Cerca

Il terrore con Whatsapp

L'allarme bufala. "Presto un attacco in centro". La risposta di Renzi

L'allarme bufala. "Presto un attacco in centro". La risposta di Renzi

È intervenuto direttamente il presidente del Consiglio Matteo Renzi per frenare la diffusione di un falso messaggio di allarme su un imminente pericolo attentati nel centro di Roma. Nel corso di questa mattina, un messaggio vocale è diventato virale tra migliaia di smartphone attraverso l'applicazione Whatsapp, diffondendo panico ingiustificato visto che poche ore dopo da Palazzo Chigi è arrivata la smentita della veridicità di quel contenuto. La voce nel messaggio sembrava quella di una madre che avverte il figlio di non uscire di casa per l'imminenza di possibili attacchi terroristici nel centro di Roma.

La smentita - Renzi ha provato a usare lo stesso strumento con il quale si è diffusa la bufala, per frenare l'ondata di condivisioni e inoltri del messaggio. In un messaggio vocale, il premier ha invitato tutti a non cadere nella trappola delle bufale che circolano online. La Procura di Roma ha annunciato l'apertura di un'indagine per scoprire da dove è partito il primo messaggio. L'autore potrebbe essere accusato di procurato allarme.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog