Cerca

così sia

Un ragazzo da imitare

La storia e la memoria di Lorenzo Cuneo, giovane romano che pensava sempre agli altri

Caterina  Maniaci

Caterina Maniaci

Caterina Maniaci, nata a Padova, ma da anni in giro per l'Italia, da Padova a Roma, da Milano e di nuovo a Roma. Giornalista da almeno vent'anni, con una particolare attenzione per i temi religiosi, per Libero segue il Vaticano. Ama particolarmente la poesia e la pittura e ha deciso, nel suo piccolo, di "promuovere" la storia e la cultura di popoli emarginati e penalizzati dalla Storia, come gli armeni e gli etiopi.
Lorenzo Cuneo

«Mio figlio faceva sempre servizio, nel senso più alto della parola. Era così. Faceva tutto quello che poteva: dal chiudere una porta al fermarsi ad aiutare la gente per strada. Quel tipo di morte, per uno così, era normale». Claudio Cuneo ha rievocato con queste parole  la scomparsa, avvenuta nel 1998, del figlio ventottenne Lorenzo, investito da un camion sulla corsia d’emergenza dell’A1 mentre soccorreva un automobilista. A Lorenzo, in occasione della Giornata dell’educazione stradale, è stata intitolata la scuola dell’infanzia di via Cerveteri. 

Una vita, quella di Lorenzo, piena di progetti e speranze: «Mio figlio era un ragazzo qualunque, sorridente, allegro». Forse un ragazzo qualunque Lorenzo non lo era proprio. Faceva mille cose, dall'impegno scout all'interese per l'ambiente. Soprattutto al centro della sua vita c'era l'ampre per il prossimo: volontario della Caritas, la collaborazione con la fondazione “Bambini in emergenza”, che si occupava di bambini romeni colpiti dall’Aids, organizzava  nella parrocchia di San Giovanni Battista De Rossi, all’Appio Latino, “il giro del giovedì”: portava i panini ai poveri nelle stazioni. 

L’impegno di Lorenzo oggi continua con l’associazione che porta il suo nome, voluta dal fratello Eugenio e dagli amici. Dopo dieci anni d’impegno la scuola elementare “Garibaldi” e l’associazione Lorenzo Cuneo Onlus raggiungono il traguardo: l’intitolazione della scuola materna, in via Cerveteri 59, a Lorenzo: la cerimonia ha avuto  luogo proprio oggi. L’associazione “Lorenzo Cuneo” Onlus  è stata costituita il 3 novembre 1998, appena 11 giorni dopo la scomparsa  di Lorenzo, ed è indipendente, apartitica, aconfessionale, ha carattere volontario e non persegue fini di lucro. Ha come finalità quella di ricordare la figura e l'esempio di Lorenzo nelle molteplici attività in cui si è impegnato con allegria e spirito di servizio.  In particolare l'assistenza sociale al fine di valorizzare la dignità umana, la beneficenza, le manifestazioni di carattere sportivo, ricreativo, culturale e la tutela e valorizzazione dell'ambiente. Alla cerimonia di oggi, organizzata dal direttore scolastico Gaetano Scancarello, hanno partecipato il sindaco di Roma Gianni Alemanno, l’assessore alla Famiglia Gianluigi De Palo, il presidente del IX Municipio Susanna Anna Maria Fantino e l’assessore municipale alla Scuola Domenico Puteo. C'è stato anche un momento di preghiera con l’omelia del parroco della parrocchia di Ognissanti don Francesco Mazzitelli, che ha benedetto  la targa. E' intervenuto anche monsignor Mario Pecchielan, parroco della Parrocchia di S.G.B.De Rossi.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog