Cerca

a bergamo

I profughi non vogliono trasferirsi e devastano un albergo

Rivolta in un hotel sul lago di Endine, dove i nordafricani volevano rimanere nonostante fosse impossibile. Bilancio finale: camere distrutte, un carabiniere ferito e due arresti. Interrogazione della Lega

Matteo Pandini

Matteo Pandini

Nato a Lecco ma cresciuto a Bergamo, ho lavorato anche per il Giorno, E Polis e altri quotidiani e agenzie varie. Vivo tra Milano e le Orobie. A Libero mi occupo prevalentemente di politica, in particolare di Lega Nord e argomenti simili. Mi vanto di lavorare con Alessandro Giorgiutti e con il grafico Ciro Iafelice. Sono interista-integralista. Stimo moltissimo anche i colleghi del sito Claudio Brigliadori e Andrea Tempestini, sotto la cui dettatura sto scrivendo il mio curriculum per la quinta volta (prima non gli andava bene perché non li avevo citati). Ora posso riavere la mia merendina?
I profughi non vogliono trasferirsi e devastano un albergo

Camere d’albergo distrutte, un carabiniere leggermente ferito e due profughi arrestati. E’ il bilancio della rivolta che alcuni nordafricani hanno inscenato tra sabato scorso e lunedì all'hotel Bonanza di Bianzano, a Bergamo. Gli immigrati erano arrivati nella struttura grazie alla Caritas, dopo aver chiesto asilo politico. Peccato che lunedì l’albergo avrebbe dovuto chiudere i battenti per un trasloco. Gli extracomunitari non hanno gradito: volevano restare nel paesino sul lago di Endine, nonostante avessero già un’alternativa grazie al coordinamento della Prefettura e della solita Caritas. Per esprimere il loro disappunto, i  profughi hanno distrutto le stanze. Alcuni si sono denudati. Altri hanno minacciato il suicidio. Tanto per gradire, se la sono presa anche con la titolare che ha dovuto chiudersi nella sala ristorante insieme al figlio e chiamare i carabinieri. Alcuni degli ospiti sono però riusciti a entrare a forza nel salone. All’arrivo delle forze dell’ordine gli africani non si sono placati, tanto che un militare è rimasto leggermente ferito. Quando è tornata la calma, due extracomunitari sono finiti in manette. Sull’episodio i parlamentari bergamaschi della Lega Giacomo Stucchi, Nunziante Consiglio e Pierguido Vanalli hanno presentato un’interrogazione al ministro dell’Interno. Tra le altre cose, i deputati padani chiedono lumi sull’eventuale risarcimento dei danni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sparviero

    07 Luglio 2012 - 18:06

    fino al primo molo ,lato mare Tirreno. Gentilmente gli si undica la direzione per iniziare a nuotare.

    Report

    Rispondi

  • bennis77

    06 Luglio 2012 - 11:11

    bho.........

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    05 Luglio 2012 - 15:03

    Perchè la caritas, che si sente armata di tanta caritatevole accoglienza non li sistema negli appartamenti che le varie curie hanno in giro per l'Italia ? Alt, al tempo, chiedo venia, mi sovviene che anche nel mio palazzo ce ne sono ben quattro di questi appartamenti e se li usassero davvero per questi selvaggi incivili addio pace per tutti noi e per il quartiere.

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    04 Luglio 2012 - 17:05

    in birmania portateli in birmania.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog