Cerca

L'ennesima battaglia

Forza Cesarino!

I figli del senatore leghista Monti annunciano: papà sta male. Una grande dimostrazione di dignità e trasparenza

Matteo Pandini

Matteo Pandini

Nato a Lecco ma cresciuto a Bergamo, ho lavorato anche per il Giorno, E Polis e altri quotidiani e agenzie varie. Vivo tra Milano e le Orobie. A Libero mi occupo prevalentemente di politica, in particolare di Lega Nord e argomenti simili. Mi vanto di lavorare con Alessandro Giorgiutti e con il grafico Ciro Iafelice. Sono interista-integralista. Stimo moltissimo anche i colleghi del sito Claudio Brigliadori e Andrea Tempestini, sotto la cui dettatura sto scrivendo il mio curriculum per la quinta volta (prima non gli andava bene perché non li avevo citati). Ora posso riavere la mia merendina?
Forza Cesarino!

 Mai ci saremmo permessi di scrivere una riga su un argomento delicato e intimo come la salute di una persona ricoverata. Lo facciamo oggi perché la famiglia del senatore leghista Cesarino Monti ha diffuso un comunicato per spiegare le condizioni del parlamentare, un bossiano di ferro orgoglioso e combattivo che aveva già usato i social network per annunciare la sua sfida contro un maledetto tumore. Ecco il comunicato dei figli: "Sulla nostra famiglia si è abbattuta, come accade purtroppo a molte altre, la pesante mano della malattia, che ha colpito nostro padre. Pur in un momento così difficile per tutti noi, dove l'unica preoccupazione nostra è quella di pensare alla salute di un caro, non vogliamo venire meno proprio oggi, nel giorno più difficile, a quell'esigenza di trasparenza e comunicazione del decorso della malattia, che ha sempre contraddistinto il suo agire. Fu lui pubblicamente in Consiglio Comunale a Lazzate a spiegare, serenamente, la difficile e personale "battaglia" che stava combattendo contro un brutto male, così lo facciamo oggi noi, al suo posto, con la forma più impersonale, del comunicato stampa.

Nei mesi di chemioterapia, nostro padre non si è mai risparmiato come sua abitudine, continuando, con la passione che lo contraddistingue, la sua attività amministrativa e politica, arrivando a intraprendere anche sfide impegnative come la corsa alla segreteria nazionale della Lega Lombarda. Nelle scorse settimane, giunto ormai alla fine del ciclo di chemioterapia cui era sottoposto come da protocollo, è stato colpito da una gravissima polmonite bilaterale da plurimi agenti patogeni saprofiti, effetto collaterale del Linfoma di Hodgkin, dei cicli chemioterapici e della successiva immunodepressione. Prontamente ricoverato, il giorno 3 luglio, al Campus Biomedico di Trigoria (Roma), struttura dove è stato operato a gennaio e che aveva scelto proprio per limitare al minimo le sue assenze in Senato, ha iniziato le cure del caso. Nella giornata di venerdì 13 luglio purtroppo la situazione si è velocemente aggravata, determinando un'importante insufficienza respiratoria. Tutto ciò ha reso necessaria l'intubazione orotracheale e il conseguente trasferimento in Terapia Intensiva per un adeguato supporto ventilatorio, in aggiunta alla terapia antibiotica. Attualmente papà è sedato e ventilato e le condizioni respiratorie ed emodinamiche appaiono stabili. La prognosi è al momento riservata.

Siamo certi che l'affetto che in tanti gli hanno sempre dimostrato, potrà unirsi a quello di chi gli è più vicino, trasmettendo la forza per superare questo difficile momento e insieme sperare che presto arrivi l'unica soluzione che ci attendiamo, la guarigione.

Firmato: I figli Luca e Andrea"

Da parte nostra non possiamo che augurare ogni bene a Cesarino Monti e alla sua famiglia. Tenete duro!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sparviero

    18 Luglio 2012 - 01:01

    Da credente io posso solo pregare,stai sereno.

    Report

    Rispondi

blog