Cerca

cronaca estiva

Indossa la maglia della Juve e va a rubare: preso

Ad Ancona un 32enne di aggirava tra le auto in sosta e ha attirato l'attenzione della polizia. In tasca aveva un frangi-cristalli

Matteo Pandini

Matteo Pandini

Nato a Lecco ma cresciuto a Bergamo, ho lavorato anche per il Giorno, E Polis e altri quotidiani e agenzie varie. Vivo tra Milano e le Orobie. A Libero mi occupo prevalentemente di politica, in particolare di Lega Nord e argomenti simili. Mi vanto di lavorare con Alessandro Giorgiutti e con il grafico Ciro Iafelice. Sono interista-integralista. Stimo moltissimo anche i colleghi del sito Claudio Brigliadori e Andrea Tempestini, sotto la cui dettatura sto scrivendo il mio curriculum per la quinta volta (prima non gli andava bene perché non li avevo citati). Ora posso riavere la mia merendina?
Indossa la maglia della Juve e va a rubare: preso

E' un fotomontaggio ironico

Gli strascichi delle vicende giudiziarie che coinvolgono la Juventus, fresca vincitrice (non senza polemiche) della Supercoppa Italiana ai danni del Napoli, sembrano riflettersi anche nella realtà quotidiana. E così, un 32enne, con precedenti specifici per furto, ha deciso di indossare la maglia della Vecchia Signora e andare a rubare sulle auto in sosta. Siamo ad Ancona, dove, però, la divisa zebrata della Juventus indossata dal ladro ha richiamato l’attenzione degli agenti delle volanti che, come riportato da Il Mattino, con aria furtiva si aggirava tra le vetture. Nella tasca il giovane aveva un martello frangi-cristalli, molto simile a quello usato per rompere i vetri degli autobus in caso di incidenti. Il 32enne non ha saputo giustificare il possesso dell’arnese. Poiché non sono stati commessi reati, il giovane con casacca juventina non è stato denunciato. In ogni caso il martelletto è stato sequestrato e la Polizia ha intensificato i controlli nella zona.
(da attualissimo.it)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog