Cerca

Autogol di Barack

Obama anti-capitalista, boomerang democratico

Il presidente e i suoi fedelissimi hanno picchiato duro contro il gossip finanziario anti-Romney. Ma è un paradosso che rischia di fargli molto male

Glauco Maggi

Glauco Maggi

Giornalista a NYC per Libero, autore di Figli&Soldi (2008), Obama Dimezzato (2011). Politica ed economia. Maestri: Hayek, M.Friedman, T.Sowell

Obama anti-capitalista, boomerang democratico

Ad aprire la guerra contro Romney “finanziere e capitalista di successo”, accusandolo di essere un “avvoltoio che chiudeva le aziende per speculare licenziando la gente”, era stato all’inizio delle primarie il repubblicano Rick Perry, sperando con toni da populismo becero di allontanare gli elettori da Romney. L’operazione non poteva che fallire, perché sarebbe stato davvero bizzarro se il popolo del GOP avesse sottoscritto una sorta di Manifesto Anticapitalista mandando Perry contro Obama, che in questo genere di battaglia ha storia, titoli e passione ben più validi. Infatti, lo staff del presidente non ci aveva messo un attimo a balzare sul carro della demonizzazione di Romney, presentandolo come il campione di Wall Street, delle banche, della finanza avida, e in particolare di quel ramo più sofisticato degli investimenti in start up, debiti a rischio, hedge funds, private equities. Ciò si è ben combinato con l’adesione di Barack ad Occupy Wall Street, perché una volta che si è imboccata la via della retorica sanguigna antibusiness, è difficile tornare indietro. Così ieri, quando il sito di gossip Gawker (la cui società controllante ha, a proposito di misteri, la sua sede in un paradiso fiscale caraibico, secondo il bloggista Felix Salmon) ha messo in rete 950 documenti “confidenziali” della Bain e delle partecipazioni private di Romney in società e fondi (“The Bain Files”, vedi l’articolo che ho scritto su Libero di sabato 25), ha ripreso vigore la campagna contro di lui, contro la sua attività, insomma contro tutto il mondo della finanza. Il quale mondo, popolato anche da tantissimi democratici che diedero a Obama nel 2008 i miliardi necessari alla sua elezione, e non a caso oggi lesinano assai, ha già ampiamente dimostrato di non apprezzare. 

A proposito delle polemiche sulla Bain, anche da operatori finanziari filo Obama, ma in buona fede, erano già venuti commenti infastiditi sulle insinuazioni colpevoliste della normale attività delle società di investimento privato. “Penso che il team Obama stia martellando Romney per avere grandi titoli e per farlo sembrare cattivo a un elettore ignorante”, ha scritto sul proprio blog un celeberrimo venture capitalist di New York, Fred Wilson, di dichiarate simpatie di sinistra e noto investitore in start up tipo Twitter o Zinga. “Ma a me questi attacchi suonano meschini e li giudico un colpo basso. A me non piacciono, vorrei che lo staff di Obama parlasse di temi importanti invece di bastonare una persona con argomenti senza senso”. 

Jeff Bussgang è un altro venture capitalist  Democratico, general partner alla Flybridge Capital Partners, di Boston, che ha esposto nel suo blog la sua contrarietà alla campagna di demonizzazione contro le società d’investimento fatta dal suo partito. “Sono un registrato Democratico e un sostenitore di Obama, e voterò per lui in novembre. Ma gli attacchi contro il ruolo di Mitt Romney alla Bain e la demonizzazione del settore del private equity mi stanno veramente disturbando. La Bain Capital è una grande azienda. Io ho co-investito con loro … non si trova un gruppo di professionisti più brillanti, di maggiore integrità, tanto duri lavoratori… Sono stati incredibilmente generosi e grazie al loro successo sono diventati leader filantropici, e non solo a Boston. Se si cerca una compagnia di private equity che si sia comportata male, e ce ne sono svariate, la Bain è l’ultima da selezionare”. Ma a parte “la difesa a spada tratta” che la Bain merita di per sé, con ciò distanziandosi dalla bassa filippica personale contro Mitt fatta da Obama, Bussgang ha smontato pure la guerra di principio contro finanza&business di cui il presidente ha voluto colorare la sua campagna classista per il bis. “Il fatto che la Bain abbia ammassato oltre 60 miliardi di capitali da investire, e che ci siano in tutto oltre 2300 società di private equity che maneggiano 2400 miliardi fa capire che questa è una realtà massiccia nella nostra economia globale che attira i migliori talenti, capitali e società per una buona ragione…. Il capitalismo è una forza per il bene e noi ci affidiamo al sistema capitalista per permetterci di crescere e di uscire da questo malessere creando ricchezza e posti di lavoro, espandendo il libero commercio e l’innovazione. Quindi smettiamola di usare epiteti senza senso (Warren Buffet è un raider di corporation?) e focalizziamoci invece sulle questioni che riguardano l’economia, la salute, gli affari esteri e le politiche sociali”. Romney non lo direbbe meglio, ed il mistero non sono gli “affari segreti” di Mitt, ma come possano convivere con l’Obama socialista e del “you did’nt build this” personaggi così ragionevolmente e sinceramente capitalisti. 

twitter @glaucomaggi

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Alessandro Tesio

    27 Agosto 2012 - 02:02

    I commenti dei comunisti così ricchi di sobrietà, senso di realtà e puntini di sospensione... Il Buon Gesù in cui crede Romeny è sicuramente più affidabile e reale del Capitale di Marx, del socialismo reale in Russia e della democrazia in Cina. Oltre al fatto che chi critica la religione altrui è sempre pronto ad accogliere quella più oscura e violenta della storia. Obama ha attirato qui in italia i residuati bellici amici di togliatti e dell'Armata Rossa viventi in un'ALLUCINAZIONE perenne dove chi ha un'azienda è un criminale. Mentre Dalema si compra lo yatch e bertinotti la giacca da 3000 euro. "Faremo per i negri quello che i negri hanno fatto per la rivoluzione: NIENTE". Ernesto Che Guevara, COMUNISTA con IL ROLEX! Forza Romney così levi di torno un altra finzione politica. Poco pratica e bugiarda... (beati gli americani che i loro dopo 8 anni se ne vanno, i nostri con 82 anni, comunisti, governano ancora)

    Report

    Rispondi

  • Alessandro Tesio

    27 Agosto 2012 - 02:02

    I commenti dei comunisti così ricchi di sobrietà, senso di realtà e puntini di sospensione... Il Buon Gesù in cui crede Romeny è sicuramente più affidabile e reale del Capitale di Marx, del socialismo reale in Russia e della democrazia in Cina. Oltre al fatto che chi critica la religione altrui è sempre pronto ad accogliere quella più oscura e violenta della storia. Obama ha attirato qui in italia i residuati bellici amici di togliatti e dell'Armata Rossa viventi in un'ALLUCINAZIONE perenne dove chi ha un'azienda è un criminale. Mentre Dalema si compra lo yatch e bertinotti la giacca da 3000 euro. "Faremo per i negri quello che i negri hanno fatto per la rivoluzione: NIENTE". Ernesto Che Guevara, COMUNISTA con IL ROLEX! Forza Romney così levi di torno un altra finzione politica. Poco pratica e bugiarda... (beati gli americani che i loro dopo 8 anni se ne vanno, i nostri con 82 anni, comunisti, governano ancora)

    Report

    Rispondi

  • cuore incarcerato

    25 Agosto 2012 - 19:07

    ...questi geni del pensiero debole,in quanto senza cervello,si chiedono mai da dove origini la loro ricchezza...scende dal cielo ??..come gesù bambino in cui mitt romney crede convinto,assieme al fatto che i dinosauri sono stati sterminati dagli uomini di neanderthal,??..dove origina la loro ricchezza ..??..dallo sfruttamento dell'uomo sull'uomo ...ammetterlo sarebbe già un grande passo avanti per chiedersi poi come ridistribuirne un poco ...oggi ..anno domini 2012..oppure volete continuare ad accomulare ...fino a quando i 9.000.000.000 di sfruttati ,affamati,assetati,verranno a sbudellarvi e a tagliarvi la testa ,...e...dopo non venite a piangere ..eh...uomo avvisato...www.cuoreincarcerato.it cominciate a pentirvi...è il primo passo...

    Report

    Rispondi

blog