Cerca

La sentenza di Karlsruhe

La Consulta tedesca e chi comanda a casa nostra

Nazzareno Carusi

Nazzareno Carusi

Pianista, nato a Celano, vive a Ravenna per amore. Ha suonato in tutto il mondo e il Washington Post ha recensito un suo concerto come “una serata d'arte mozzafiato”. Fra le istituzioni che lo hanno ospitato ci sono anche il Teatro alla Scala di Milano, la Carnegie Hall di New York, il Teatro Colon di Buenos Aires, il Toronto Centre for the Arts, la Brahms Gesellschaft di Amburgo, la Toyo Hall di Tokyo e la Federation Hall di Melbourne. I suoi dischi sono pubblicati dalla Emi. (foto by Daniele Cipriani)
La Consulta tedesca e chi comanda a casa nostra

 

di Nazzareno Carusi Alla fine la Consulta di Karlsruhe ha approvato il Fondo salvastati ESM, a condizione però che la Germania non tiri fuori più dei 190 miliardi già sborsati e con l’obbligo della Merkel di dare immediatamente ogni notizia che lo riguardi al Parlamento tedesco.

Significa che Berlino ha messo il cappio al collo della UE, perché può decidere se aprire i cordoni della borsa (oppure no), fermo restando che molto probabilmente di soldi ne serviranno altri e poi altri ancora. E non sembra, giustamente, che abbia più di tanto l’intenzione di pagare i debiti di noialtri, in un Europa obbligata così, di fatto, a sottostarle riguardo la consistenza del parafulmine finanziario inventato e caldeggiato (per i suoi stati più incasinati, il nostro per terzo dopo Grecia e Spagna) dal genio ragioniere Mario Monti.

Il quale Monti, va ricordato, guida un governo di professori universitari chiamati a raddrizzare le sorti di un Paese, il nostro, che ha le università peggiori al mondo civile (la classifica QS World University Rankings appena uscita vede Bologna, prima italiana, al 194esimo posto; e Roma, seconda, al 216esimo). Detto tra noi, solo il parlamento di imbecilli che ci ritroviamo può aver votato la fiducia a gente simile.

Eravamo già in mano ai lacchè delle banche d’ogni dove. Da oggi siamo pure ulteriormente sudditi della Germania e la nostra sovranità è andata definitivamente a farsi benedire.

Ma che razza di stato è quello che non può decidere di pagare come e quando vuole anche i suoi debiti?

Le banche hanno continuato per trent’anni a comprare i nostri titoli pur sapendo che avevamo governi parafallimentari. Hanno fatto male, hanno fatto miliardi di incauti acquisti. Adesso, che s’attacchino.

Che dite, si può dire?

_________________________________
Seguimi su Twitter
www.nazzarenocarusi.org
www.noteroventi.tgcom24.it
www.facebook.com/nazzarenocarusi
www.youtube.com/nazzarenocarusi

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog