Cerca

comunicazione padana

Confindustria pesca nella Lega

Dopo Quiriconi e Macchi alla Camera, questa volta è un'addetta stampa del Senato a lasciare il Carroccio. Si tratta di Erminia Frigerio: per lei non c'è il sospetto di un'epurazione...

Matteo Pandini

Matteo Pandini

Nato a Lecco ma cresciuto a Bergamo, ho lavorato anche per il Giorno, E Polis e altri quotidiani e agenzie varie. Vivo tra Milano e le Orobie. A Libero mi occupo prevalentemente di politica, in particolare di Lega Nord e argomenti simili. Mi vanto di lavorare con Alessandro Giorgiutti e con il grafico Ciro Iafelice. Sono interista-integralista. Stimo moltissimo anche i colleghi del sito Claudio Brigliadori e Andrea Tempestini, sotto la cui dettatura sto scrivendo il mio curriculum per la quinta volta (prima non gli andava bene perché non li avevo citati). Ora posso riavere la mia merendina?
Confindustria pesca nella Lega

Roberto Castelli con Erminia Frigerio

Fuori un'altra. Dopo Alessia Quiriconi e Giulia Macchi alla Camera, tocca al Senato salutare una componente dell’ufficio stampa della Lega Nord. A fare le valigie è Erminia Frigerio da Lecco, già portavoce di Roberto Castelli e con un curriculum che vanta anche un incarico a Palazzo Chigi. A differenza di quanto successo a Montecitorio, però, la sua partenza non rischia di scatenare polemiche sulle vere o presunte epurazioni del nuovo corso maroniano (Quiriconi e Macchi erano vicine all’ex capogruppo Marco Reguzzoni, a sua volta in pessimi rapporti con l’attuale segretario federale). Frigerio saluta perché - di sua iniziativa - ha scelto un'altra strada. Andrà ad Anie Confindustria. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog