Cerca

Complimenti per la trasmissione

Se il terzo segreto di Satira scova l'elettore delle Primarie

Su Youtube un test strepitoso per il centrosinistra

Francesco Specchia

Francesco Specchia

Francesco Specchia, fiorentino di nascita, veronese d’adozione, ha una laurea in legge, una specializzazione in comunicazioni di massa e una antropologia criminale (ma non gli sono servite a nulla); a Libero si occupa prevalentemente di politica, tv e mass media. Si vanta di aver lavorato, tra gli altri, per Indro Montanelli alla Voce e per Albino Longhi all’Arena di Verona. Collabora con il TgCom e Radio Monte Carlo, ha scritto e condotto programmi televisivi, tra cui i talk show politici "Iceberg", "Alias" con Franco Debenedetti e "Versus", primo esperimento di talk show interattivo con i social network. Vive una perenne e macerante schizofrenia: ha lavorato per la satira e scritto vari saggi tra cui "Diario inedito del Grande Fratello" (Gremese) e "Gli Inaffondabili" (Marsilio), "Giulio Andreotti-Parola di Giulio" (Aliberti), ed è direttore della collana Mediamursia. Tifa Fiorentina, e non è mai riuscito ad entrare in una lobby, che fosse una...
Primarie e satira

Fossimo in America, gli autori sarebbero al David Letterman Show. Gira su Youtube e negli anfratti delle reti nazionali (ieri in onda a Coffee Break, La7) un video, che in 4,22 minuti descrive 3 elettori-tipo delle primarie del centrosinistra.


Con ritmo e ottima regia, firmato dal «Terzo Segreto di Satira », scorrono, tra stereotipi e verità, le vite parallele di 3 personaggi sradicati da un film di Monicelli. Pura antropologia culturale. Per dire: l'elettore di Bersani è quello che, in girocollo grigio e baffetto da D'Alema, converte tutto in lire, fa da paciere nelle risse (e le prende), tiene il volante alle «dieci e dieci» e fa mettere le cinture anche a quelli dietro. L'elettore di Renzi, giacca e jeans, è quello che in vacanza parte carico di preservativi; che legge Fabio Volo, guarda Fabio Volo e, se non fosse candidato Renzi, voterebbe Fabio Volo. E ordina gli spaghetti allo scoglio in pizzeria, e dice: «Berlusconi? Come politico un disastro, ma come imprenditore chapeau», «Marchionne? Quello che ha fatto con la Fiat è opinabile, ma in America quello dà del tu a Obama». L'elettore di Vendola, burbuto in kefiah, è un nostalgico. Non fa vedere al figlio i cartoni ma La Storia siamo noi, e gli regala dei terribili regoli; e chiede sempre Liberazione in edicola anche se non esce da due anni; e non fa leggere alla prole Il Signore degli anelli perché «è di destra», ma gli fornisce i libri di Gomez e Travaglio. Questo non è solo un video. È un test per misurare il proprio tasso ideologico su vari argomenti. Raccolta differenziata: l'elettore di Bersani la fa ma ancora si confonde con l'alluminio; quello di Vendola la fa e controlla gli altri; quello di Renzi butta tutto in un unico sacco che scarica in strada nottetempo. Calcetto: il renziano finge di stare male per non gicare in porta, il bersaniano gioca sempre in porta, il vendoliano guarda in tv le paraolimpiadi.

Davanti a un lavavetri: l'elettore di Bersani sbuffa ma dà un euro, quello di Renzi s'incazza e lascia partire il tergicristallo, quello di Vendola scende e dà una mano. Alla fine, si scopre che il ballottaggio è tra Puppato e Tabacci: il bersaniano è basito, il vendoliano spaesato e il renziano dice: «Però 'sto Tabacci non è male, l'ho sempre detto». Ho riso molto. Ma ho smesso di colpo quando ho capito che, al sudetto test, risulto potenziale elettore di Tabacci. (Ovviamente ora siamo al ballottaggio, e Tabacci è stato fatto fuori; ma il video vive in Rete e lotta tenacemente insieme a noi…)



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blu521

    26 Novembre 2012 - 19:07

    Che segreto ci vorrà per scovare l'elettore delle primarie del pdl?

    Report

    Rispondi

blog