Cerca

Penelope

La sfida delle amazzoni Pd

Moretti contro Bonafé, dalle primarie al Parlamento

Brunella Bolloli

Brunella Bolloli

Alessandrina, vivo a Roma dal 2002. Ho cominciato a scrivere a 15 anni su giornali della mia città e, insieme a un gruppo di compagni di liceo, mi dilettavo di mondo giovanile alla radio. Dopo l'università tra Milano e la Francia e un master in Scienze Internazionali, sono capitata a Libero che aveva un anno di vita e cercava giovani un po' pazzi che volessero diventare giornalisti veri. Era il periodo del G8 di Genova, delle Torri Gemelle, della morte di Montanelli: tantissimo lavoro, ma senza fatica perché quando c'è la passione c'è tutto. Volevo fare l'inviata di Esteri, ma a Roma ho scoperto la cronaca cittadina, poi, soprattutto, la politica. Sul blog di Liberoquotidiano.it parlo delle donne di oggi, senza filtri.
Sfidanti

Da sinistra Alessandra Moretti e Simona Bonafé

 

Le primarie del Partito democratico hanno invaso tv, giornali, radio, siti. C'è grandissima attesa per l'esito del duello tra Pier Luigi Bersani e Matteo Renzi. Una battaglia combattuta fino in fondo anche dalle portavoci: giovani, carine, preparate e perfino più agguerrite dei colleghi maschi. Avete visto la bersaniana Alessandra Moretti contro la renziana Simona Bonafé? Apparentemente sembrano tranquille, amiche, si danno del tu, si chiamano per nome, è tutto un po' fru fru e sinistra gné gné (anche perché sono molto abili a non strillare come certe colleghe del centrodestra che dovrebbero controllarsi di più), in realtà sono dei mastini più degli uomini. E non a caso Bersani e Renzi mandano loro in tv a fronteggiarsi. Moretti, vicesindaco di Vicenza, 39enne, mamma di due bimbi, così bella e altera da offendersi perfino se su Twitter la definiscono meglio di Belen, è più bersaniana di Bersani. Sorrisi pochissimi, è sempre sull'attenti. Guai a contraddirla. Bonafé, lombarda di nascita ma fiorentina per amore, viene dalla Margherita, fa l'assessore al decentramento al comune di Scandicci, sembra più dolce della compagna Moretti ma se si trova a dibattere con qualche maschio della parte avversa, diventa una iena per difendere il suo leader sindaco rottamatore. Provare per credere. Loro due sono le più esposte (con un piedino già dentro a Montecitorio), ma il Pd sta già sfornando altre amazzoni under 40 per rimpiazzare le varie Bindi e Finocchiaro. Nella squadra dei rottamatori c'è la cerbiatta bionda Maria Elena Boschi, politicamente nata alla Leopolda, già presenza fissa a Omnibus, 31enne aretina incaricata di occuparsi dell'organizzazione del tour in Italia per le primarie. Non si è messa certo alla guida del camper, ma potrebbe essere infilata come capolista alle elezioni. Completa il trio renziano Sara Biagiotti, consigliera provinciale a Firenze, addetta al coordinamento dei circoli. Sul fronte bersaniano, come non ricordare la Maryilin del Nazareno, la biondissima Chiara Geloni, direttora di Youdem tv ufficiale del Pd? Protagonista di un impietoso ritratto su Dago (titolo: Ma è una badante o un bodyguard? Difende sempre il suo culatello Bersani), Geloni è attivissima sui social network e pronta a contrabbattere a ogni accusa mossa contro il suo capo. E la lista delle amazzoni Pd continua... Compagni, siete avvertiti. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • zioFranco

    30 Novembre 2012 - 20:08

    'nvasive come gramigna, petulanti home galline da cui si differenzian sol perchè 'un fan ova; zio Franco

    Report

    Rispondi

  • zioFranco

    30 Novembre 2012 - 20:08

    ai cavalli di razza preferiscono i somari; zio Franco

    Report

    Rispondi

blog