Cerca

presidente-eroe

La stampa s'inchina a Re Giorgio

I giornali informano che Napolitano ordina un caffè al bar e risponde ai passanti (con delle ovvietà). A quando le foto propagandistiche?

Matteo Pandini

Matteo Pandini

Nato a Lecco ma cresciuto a Bergamo, ho lavorato anche per il Giorno, E Polis e altri quotidiani e agenzie varie. Vivo tra Milano e le Orobie. A Libero mi occupo prevalentemente di politica, in particolare di Lega Nord e argomenti simili. Mi vanto di lavorare con Alessandro Giorgiutti e con il grafico Ciro Iafelice. Sono interista-integralista. Stimo moltissimo anche i colleghi del sito Claudio Brigliadori e Andrea Tempestini, sotto la cui dettatura sto scrivendo il mio curriculum per la quinta volta (prima non gli andava bene perché non li avevo citati). Ora posso riavere la mia merendina?
La stampa s'inchina a Re Giorgio

A giorni, forse a ore, dovrebbero comparire le tanto attese fotografie del Nostro Amato Presidente Illustrissimo Giorgio Napolitano mentre guida la falciatura del grano o conduce personalmente la motoaratrice in alcune zone dell’Italia centrale che ha fatto bonificare. Oppure potrebbero spuntare le immagini che Lo ritraggono mentre mostra il petto in montagna, afferra una cazzuola, si affaccia al balcone. Nell’attesa, il Nostro Amato Presidente Illustrissimo onora la sua Napoli della Sua regale presenza insieme alla Meravigliosa e Amata Regina, Clio. Ne ha dato notizia il Corriere, che sul sito internet e a pagina 8 dell’edizione di giovedì 3 gennaio titola una sontuosa fotonotizia: «Un ginseng? No, grazie, caffè». Così il Nostro Amato Presidente ha declinato l’offerta di un barista partenopeo, optando per la tradizionale e patriottica bevanda. Sempre sul sito internet del quotidiano milanese, veniamo raggiunti da un altro fondamentale aggiornamento. Avvicinato in piazza da alcuni giovani che gli hanno parlato in dialetto, il Nostro ha regalmente risposto con lo stesso idioma: «Preside', fate qualcosa 'e bbuono pe 'e guaglioni» gli hanno detto, probabilmente inchinandosi sui ceci. E Lui: «E chest' cercamm 'e fa». Un po’ come quando cercavamo di spezzare le reni alla Grecia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cavallotrotto

    09 Gennaio 2013 - 15:03

    signor pandini , mi sono divertita , creda ci manca poco per quello che ha scritto . attenzione perchè sia lui che l'altro si offendono pure per le critiche che rivolgiamo a loro . lo so che non sono critiche bonarie , ma considerati i personaggi che sono dei manigoldi , creda la carogneria ci vuole

    Report

    Rispondi

  • Obergefreiter

    03 Gennaio 2013 - 20:08

    Mi sembra quantomeno blasfemo il paragone tra il presidentino della repubblichetta e il DUCE (in maiuscolo)!!!

    Report

    Rispondi

blog