Cerca

Complimenti per la trasmissione

La strana parabola del Grande Fratello tra Arcuri e Luxuria

Una strana staffetta al reality show

Francesco Specchia

Francesco Specchia

Francesco Specchia, fiorentino di nascita, veronese d’adozione, ha una laurea in legge, una specializzazione in comunicazioni di massa e una antropologia criminale (ma non gli sono servite a nulla); a Libero si occupa prevalentemente di politica, tv e mass media. Si vanta di aver lavorato, tra gli altri, per Indro Montanelli alla Voce e per Albino Longhi all’Arena di Verona. Collabora con il TgCom e Radio Monte Carlo, ha scritto e condotto programmi televisivi, tra cui i talk show politici "Iceberg", "Alias" con Franco Debenedetti e "Versus", primo esperimento di talk show interattivo con i social network. Vive una perenne e macerante schizofrenia: ha lavorato per la satira e scritto vari saggi tra cui "Diario inedito del Grande Fratello" (Gremese) e "Gli Inaffondabili" (Marsilio), "Giulio Andreotti-Parola di Giulio" (Aliberti), ed è direttore della collana Mediamursia. Tifa Fiorentina, e non è mai riuscito ad entrare in una lobby, che fosse una...
Arcuri-Luxuria al GF

Non ho la più pallida idea di chi sia la «napoletana Francesca che aveva partecipato a Uomini e donne», né quale sia stata la gaffe di Mia Cellini nei confronti di Valentina e le indiscrezioni «secondo le quali Chicca sarebbe una ex fidanzata di Leonardo Tumiotto»; anche perché ignoro - con orgoglio - chi siano Mia Cellini, Valentina, Chicca e Leonardo Tumiotto. Ho capito che si trattava dei «nuovi eroi» del Grande Fratello (lunedì Canale 5, prime time) soltanto perché una Manuela Arcuri (foto LaPresse) gravida, in studio e in diretta, doveva commentarne le gesta. Non so il perché di quest'esperimento antropologico, di questo gesto evoluzionista. Non so cosa abbia spinto quel genio del Grande Fratello a usare una donna incinta - l'inno alla vita - per dialogare su un trust di cervelli non tutti accessi contemporaneamente nella «Casa». Però, quando Selvaggia Lucarelli ha commentato «la Arcuri è incinta eppure non riesce a partorire un'opinione che vada al di là del “troppo forte ahò”», lanciando la campagna di solidarietà «Regala un'opinione a Manuela Arcuri», be', ho capito. La Arcuri non è riottosa. Solo che tende a non scambiare idee con la gente semplicemente perché probabilmente ne ha così poche che ha paura di rimanerne senza. È comprensibile. Però così l'arte maieutica con gli ospiti della conduttrice Alessia Marcuzzi (che in mezzo a quel delirio si salva sempre) diventa inutile. Soprattutto diventa inutile spiegare all'Arcuri cosa sia l'arte maieutica. Peraltro, il web sui disordinati mozziconi di frase dell'Arcuri è stato volgare e spietato.

Trovo che Manuela sia bellissima e abbia il sorriso e le tette migliori sulla piazza. Però la sua ubiquità rimane un mistero sconcertante. L'altro giorno la signora annunciava la sua dipartita dal programma per problemi di stanchezza, ed è giusto che si riposi. D'altronde la stessa Casa rischia di chiudere per gli scarsi ascolti (17.98% di share). Così la Arcuri è stata sostituita da Vladimir Luxuria . Che è un po' come se la Sora Lella fosse chiamata al posto di Gertrude Stein. Anche questo è un esperimeno antropologico, pur se collaudato. Con Luxuria il seno è posticio, ma almeno le idee mostrano un loro un turgore..

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog