Cerca

Stile&stiletto

Tendenze autunno: un salto nel passato

0
Tendenze autunno:  un salto nel passato

La moda che verrà  (in autunno) ci riporta indietro negli anni,  mescolando i mitici 60, i magnifici 70, fino ai più vicini 90. Si conferma (ancora una volta) lo stile hippy con gli abiti lunghi e ampi con reminiscenze folk e colori accesi, fiori e fantasie etniche che adorneranno anche accessori e calzature. Tornano le opere d’arte: quadri antichi stampati su vestiti, decori di rombi e forme colorate per impreziosire abiti, scamiciati e maglie. Rispolverato il fascino della divisa: cappotti ampi e lunghi stile militare, giacche a doppio petto, che ricordano quelli delle alte cariche dai toni scuri. Si fa largo il romanticismo retrò con stampe floreali sempre più delicate e poco accennate su ogni capo di abbigliamento.

Non tramonta il fascino della pelle nera: chiodi, pantaloni e gonne, bomber e giacche rigorosamente dark. Diremo addio al tacco a spillo. Torna quello targato anni 70, un po' grosso (comodissimo) per stivali, decoltè, mocassini e sandali. New entry:  la gonna a “tendina”, rivisitazione della classica a pieghe da collegiale, al ginocchio o lunga fino al polpaccio. E per  le giornate più fredde dell’inverno  piumini, pellicce e cappotti stile esquimese, caratterizzati dalle tipiche fantasie e dagli inserti in eco pelliccia.  Finiscono in soffitta i leggings (finalmente) per dare spazio a eleganti calze stampate o in pizzo.

Colori? Rosa per le romantiche, ruggine per le fashioniste, da rosso rubino a tutte le sfulature del bordeaux per le più sofisticate. Grandi anelli metallici per addobbare  abiti, maglie e borse.

Gioielli: se quest'estate erano di moda i bracciali, in autunno sarà la volta dei maxi orecchini. A metà strada fra l'etnico e il vintage. 

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Daniela Mastromattei

Daniela Mastromattei

Daniela Mastromattei è caposervizio di Libero, dove si occupa di attualità, costume, moda e animali. Ha cominciato a fare la giornalista al quotidiano Il Messaggero, dopo un periodo a Mediaset ha preferito tornare alla carta stampata

media