Cerca

Complimenti per la trasmissione

Tila Tequila, un Grande Fratello (stupidamente) bisessuale

Certo che dagli Usa importiamo di tutto...

Francesco Specchia

Francesco Specchia

Francesco Specchia, fiorentino di nascita, veronese d’adozione, ha una laurea in legge, una specializzazione in comunicazioni di massa e una antropologia criminale (ma non gli sono servite a nulla); a Libero si occupa prevalentemente di politica, tv e mass media. Si vanta di aver lavorato, tra gli altri, per Indro Montanelli alla Voce e per Albino Longhi all’Arena di Verona. Collabora con il TgCom e Radio Monte Carlo, ha scritto e condotto programmi televisivi, tra cui i talk show politici "Iceberg", "Alias" con Franco Debenedetti e "Versus", primo esperimento di talk show interattivo con i social network. Vive una perenne e macerante schizofrenia: ha lavorato per la satira e scritto vari saggi tra cui "Diario inedito del Grande Fratello" (Gremese) e "Gli Inaffondabili" (Marsilio), "Giulio Andreotti-Parola di Giulio" (Aliberti), ed è direttore della collana Mediamursia. Tifa Fiorentina, e non è mai riuscito ad entrare in una lobby, che fosse una...
Tila Tequila, un Grande Fratello (stupidamente) bisessuale

"Una mascella rotta e' peggio di un cuore spezzato", mormora Brandon detto Bo dall' Ohio, un giovanotto ipecalorico con mascella quadra, appena mollato da una cantante-pornostar thailandese che fa della sua ricerca dell'anima gemella un reality internazionale.
Siamo sul set con jacuzzi di A Shot At Love with Tila Tequila (Mtv on demand sul web e youtube) . E il suddetto Bo s`e' beccato il due di picche dopo essere arrivato in  finale all'epilogo di gare talmente idiote - via terra, piscina e giardino- da far apparire quelle del Grande Fratello una gara di scacchi. La vincitrice di questo grottesca gara di corteggiamento che ha tenuto banco sui rotocalchi Usa e' invece tal Krysty, biondissima bellezza californiana con cui la cantante-pornostar del titolo -Tia Tequila, appunto- ha ritenuto di doversi accasare,dopo una seratone di baci roventi e sesso soft, tutto rigorosamente ripreso dalle telecamere e intramezzato dalle improbabili confessioni dei protagonisti.  Perche' il gioco e' questo: si prende una giovane bisessuale in cerca del partner ideale; le si fa arrivare rigorosamente in limousine una mandria di 15 eterosessuali maschi e 15 lesbiche sexy tutti in fregola decisi all'impossibile per conquistarla, tipo sciogliere enormi blocchi di ghiaccio a culo nudo ("bisogna squagliarli col calore corporeo" e -zac- tutti in mutande...); chi vince diventa una star in grado di scavalcare qualsiasi pregiudizio sulle coppie omo-bisex. E tenete conto che il sex appeal mica c' entra:Tila, alta meno di Lucy Ewing la tappa di Dallas, da noi al massimo farebbe la commessa con tutto il rispetto per le commesse che guadagnano molto meno di Tila.
Certo, in questa sorta di Uomini e donne mixato al Jersey Shore, in questa tremenda  Bombay televisiva, il gusto e lo stile sono banditi, al punto che Tila ogni sera invita un ospite e per par condicio ci sta con tutti ; o al punto che la frase piu' ipocrita e' "mi sto innamorando di Tia e la frase piu' emblematica e' "Tila non vuole cosi' tanti peni attorno a lei...". A Shot At Love with Tila Tequila e' una rozzezza tutta americana. E guardarlo e' una perdita di tempo, ma non perche' sia un programma trasgressivo. Solo perche' e' un programma stupido. Troppo, in Italia, anche per la nostra media....

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog