Cerca

Stile&stiletto

Da Aigner a Orciani: viaggio tra le borse

0
Da Aigner a Orciani: viaggio tra le borse

Un viaggio tra le borse presentate a Milano moda donna. Per i suoi 70 anni, il marchio di pelletteria milanese Serapian lancia una nuova "it bag" che viene da lontano: è la "Audrey bag" ispirata all'indimenticabile attrice degli anni Cinquanta e Sessanta. Modello di archivio anni Sessanta realmente indossato dalla Hepburn durante il film «Come rubare un milione di dollari e vivere felici (How to Steal a Million)», la borsa è stata reinterpretata in chiave contemporanea nel design e nei materiali. Una limited edition di Audrey bag è stata esposta per l'occasione in un giardino nel centro storico di Milano. Tutti i modelli sono realizzati nei laboratori di Milano e Varese.

Mentre Aigner presenta la sua  "Cybill Ocean"  scegliendo nuance di colori che vanno dal blu, al viola, al verde fino all'arancione e al rosso, arricchite con elementi metallici come conchiglie, piovre e stelle marine. Anche la borsa Roma ha una stampa che richiama il fondale marino, con ricami e pietra di luna: ha sfilato in passerella durante la settimana della moda a Milano con l'intera collezione di bellissimi abiti firmati Aigner (nella foto).

Da Orciani invece  nasce la nuova It-bag, una borsa dalla forma sinuosa e dal design contemporaneo. In morbidissima nappa, Soft Double, viene proposta in diverse tinte: dal colore-non colore, il bianco, fino al rosso, passando per il verde e il fuxia. Invisibile, ma funzionale, "Sveva" ha un particolare taglio all'altezza del manico che permette l'accesso all'interno della borsa, anche senza aprirla: una comodità in più nell'utilizzo quotidiano che permette di mantenere la stessa sicurezza della chiusura tradizionale.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Daniela Mastromattei

Daniela Mastromattei

Daniela Mastromattei è caposervizio di Libero, dove si occupa di attualità, costume, moda e animali. Ha cominciato a fare la giornalista al quotidiano Il Messaggero, dopo un periodo a Mediaset ha preferito tornare alla carta stampata

media