Cerca

Come cambia la società

Gli Usa sempre meno religiosi e più tolleranti su gay e aborto

Glauco Maggi

Glauco Maggi

Giornalista a NYC per Libero, autore di Figli&Soldi (2008), Obama Dimezzato (2011). Politica ed economia. Maestri: Hayek, M.Friedman, T.Sowell

Gli Usa sempre meno religiosi e più tolleranti su gay e aborto

Gli americani stanno diventando meno religiosi, pregano di meno, e sono piu’ tolleranti su omosessualita’ e aborto. Il trend all’ ‘addio alla fede’ e’ piu’ visibile tra i democratici, dove i “non religiosi” (28%) hanno per la prima volta superato i cattolici (21%). Lo dice l’ultimo sondaggio sul “Panorama Religioso USA” condotto dalla bipartisan Pew Research con interviste a oltre 35 mila cittadini tra il giugno e il settembre del 2004, i cui risultati sono stati resi noti ieri.
Gli USA restano comunque di gran lunga la nazione piu’ “devota” tra le societa’ industrialmente avanzate, ma gli adulti che credono in Dio sono scesi dal 92% del 2007 all’89% l’anno scorso. La percentuale degli americani che dicono di essere “assolutamente certi dell’esistenza di Dio” e’ scesa anche di piu’, dal 71% al 63%. La tendenza al calo e’ piu’ marcata tra i giovani, con solo la meta’ di quelli nati tra il 1990 e il 1996 convinti senza dubbio che Dio esiste, contro il 71% di anziani nati tra il 1928 e il 1945 . Tra i piu’ giovani, solo il 39% dice quotidianamente le preghiere, contro il 67% della fascia anziana.
Il 77% degli americani continua a dichiararsi appartenente a qualche specifica fede, con forti differenze pero’ tra repubblicani e democratici.
DEM. Gli evangelici protestanti sono calati dal 19% nel 2007 al 16%, i protestanti dal 17% al 13%, con i soli protestanti neri storici saliti di un punto dall’11% al 12%. Mentre i cattolici sono scesi dal 24% al 21%, i non affiliati ad alcuna fede sono cresciuti dal 19% al 28%.
GOP. Gli evangelici protestanti sono saliti dal 37% al 38%, i protestanti sono scesi dal 21% al 17%, mentre i protestanti neri storici sono sempre allo stesso minimo livello del 2%. I cattolici sono leggermente calati dal 22% al 21%, che e’ la stessa quota attuale dei DEM, mentre i non affiliati sono cresciuti anche tra i repubblicani, dal 10% al 14%. I senza fede del GOP, quindi, sono ancora all’incirca la meta’ dei democratici: erano il 10% contro il 19% nel 2007, sono il 14% contro il 28% ora .
Lo studio mostra che tra i membri delle varie fedi cristiane e’ aumentata l’accettazione dell’omosessualita’: oggi il 70% dei cattolici sostiene che “l’omosessualita’ dovrebbe essere accettata dalla societa”, in crescita dal 58% che pensava cosi’ nel 2007. Gli evangelici, che sono sempre stati i meno “tolleranti” dell’omosessualita’, hanno moderato la loro opposizione: il 36% oggi li “accetta”, l’8% in piu’ del 26% che erano nel 2007. Tra coloro che si sono dichiarati “non affiliati ad alcuna fede”, l’accettazione della omosessualita’ era gia’ elevata 8 anni fa (il 71%), e oggi e’ balzata all’83%.
Quanto all’aborto, il 53% dei cristiani in generale crede che debba essere legale nella maggioranza delle situazioni, due punti percentuali in piu’ rispetto al 2007. Tra gli evangelici, il 33% pensa che l’aborto debba essere legale nella maggioranza dei casi.

di Glauco Maggi 
twitter @glaucomaggi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog