Cerca

Penelope

Angela, la prossima candidata

La ribalta alla Bruno, quella del quante volte viene lei

Brunella Bolloli

Brunella Bolloli

Alessandrina, vivo a Roma dal 2002. Ho cominciato a scrivere a 15 anni su giornali della mia città e, insieme a un gruppo di compagni di liceo, mi dilettavo di mondo giovanile alla radio. Dopo l'università tra Milano e la Francia e un master in Scienze Internazionali, sono capitata a Libero che aveva un anno di vita e cercava giovani un po' pazzi che volessero diventare giornalisti veri. Era il periodo del G8 di Genova, delle Torri Gemelle, della morte di Montanelli: tantissimo lavoro, ma senza fatica perché quando c'è la passione c'è tutto. Volevo fare l'inviata di Esteri, ma a Roma ho scoperto la cronaca cittadina, poi, soprattutto, la politica. Sul blog di Liberoquotidiano.it parlo delle donne di oggi, senza filtri.
Protagonista da Santoro

Angela Bruno, venditrice

 

Speravo che la vicenda di Angela Bruno, mora e appariscente venditrice della Green Power, fosse finita con le scuse pubblche di Silvio Berlusconi. Lei è la signora ormai nota per la frase in campagna elettorale: Lei viene, quante volte viene? Frase infelice e destinata a sollevare polemiche (come poi infatti è avvenuto), che di sicuro un aspirante premier ed ex premier poteva risparmiarsi. Però, poi, col cavolo che è finita la storia. Figurarsi se dopo Formigli non c'era Michelone Santoro a dare alla bella Angela la ribalta a Servizio Pubblico. E lei ci si è fiondata, altro che vergognarsi. Ha fatto lo show, la ragazza mamma di una bambina, in pirima serata in uno dei programmi più visti e seguiti da politici e opinione pubblica di area. Sarà che a Piazza pulita forse era stata troppo tenera, da Santoro  ha voluto essere più agguerrita e al grido di: <Berlusconi è un nonno che guarda il culo> (chissà perché ormai il "culo" è sulla bocca di tutti, anche delle signore che poi si scandalizzano tanto per l'atteggiamento da caserma dei maschi). Poi c'è la vicenda, molto più seria e triste, dell'azienda veneta in cui lavorava da anni e che dopo quell'episodio l'avrebbe scaricata. Ma qui la questione è un'altra: Berlusconi si scusi una volta per tutte (anche se la Bruno subito non ha fiatato e si è infuriata solo a posteriori), altrimenti è certo che rivedremo la venditrice su tutte le tv. Di certo, se non si fosse appena votato, certi partiti l'avrebbero già messa capolista. E chissà che non succeda in futuro. Lei, il messaggio, l'ha lanciato chiaro e netto da Santoro: <Le sembra normale che un nonno mi chieda quante volte viene, si gira e mi guarda il culo? Ma che uomo è? Questo ci rovina, mandatelo a casa. Non è capace di chiedermi scusa. Lei, signor Silvio, è stato un pessimo esempio come uomo>. Le donne di "Se non ora, quando" ringraziano: finalmente nuovo materiale da portare in piazza.      

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ramon21121

    11 Marzo 2013 - 01:01

    Continuare a credere a queste scenate ? Basta, Basta, Basta, vivo in Nord America perche la magistratura Italiana (in Generale) ha e avra' sempre piu' potere se non aiutiamo a Silvio nel cambiare questo delitto Giuridico, non esiste in nessun paese democatico quello che sta avvenendo in Italia, fra non molto, vedremo anche il CSM nelle candidature politiche, ci scommetto quello che ho piu' caro,un magistrato dovrebbe esercitare senza dover osservare il colore nei colori, daltonico dovrebbe essere chi ha un incarico Giuridico, nel nostro paese con gia' molta autorevolezza Poliziesca, ora dovremmo fare i conti con la magistratura. il C.P.P e' da cambiare totalmente, non e' giusto che un rivoluzionario Come lo e' stato Silvio, nel cambiare totalmente la mentalita' oppressiva della Costituzione Italiana, deve aconra sopportare questi insulti, offese che continuamente gli vengono attribuiti senza nessuna fondatezza dei fatti,ci risiamo, siamo di nuovo nella dittatura Istituzionale.

    Report

    Rispondi

  • locatelli

    10 Marzo 2013 - 19:07

    angela bruno si la prossima candidata a fare bo ni ai pd ellini

    Report

    Rispondi

  • dario.moiso

    04 Marzo 2013 - 16:04

    ...ok, il doppio senso mostra gli anni, ma il video del siparietto non quaglia con l'indignazione espressa a servizio pubblico,...secondo me tenta di spillare qualcosa,...

    Report

    Rispondi

  • dario.moiso

    04 Marzo 2013 - 16:04

    ...ok, il doppio senso mostra gli anni, ma il video del siparietto non quaglia con l'indignazione espressa a servizio pubblico,...secondo me tenta di spillare qualcosa,...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog