Cerca

Dis(Senato)

Il Grasso gargamellato e il sovraccarico di YouTube

Fosse per me, tutti 'sti traditori li caccerei fuori a colpi di mouse. Ma ho paura di due cose: che il sito vada in crash o che loro vadano col piddimenoelle

Massimo Entropia

Massimo Entropia

Mi chiamo Massimo Entropia e sono un cittadino a Cinque Stelle. Mi hanno eletto alla Camera dei Deputati. Quindi chiamatemi semplicemente "Cittadino 53". Scrivo un blog satirico e forse non esisto, o forse sì
Flavio Briatore

Briatore ai traditori direbbe:

(Satira). Allora, c'è ancora in sospeso il caso del cittadino Tacconi, quello accusato di alto tradimento perché ha fatto campagna elettorale anche se uno vale uno, ma missà che il caso del cittadino Tacconi va in secondo piano. 'Sto weekend è stato un gran casino e domenica ho preferito riposarmi e non pensare alle espulsioni ma solo ai fertilizzanti per la banana a chilometro zero. Già, perché adesso qui comincia la gazzarra. Ne buttiamo fuori un bel po' secondo me. 'Sti traditori che alla prima occasione utile votano per Gargamella (oh Beppe, oh Gian, io non l'ho mica votato il Grasso gargamellato. E non potevo mica, perché mi hanno spiegato che alla Camera non si può votare per il Senato. A me non era mica troppo chiara la cosa). Ma molti cittadini traditori hanno votato il Grasso gargamellato. Beppe si è incazzato di brutto e ha detto di cacciarli tutti fuori, e ha pure cacciato dal blog chi la pensava diversamente anche se "uno vale uno". Gian secondo me è ancora più incazzato ma si sà che preferisce non parlare (si starà sfogando su Second Life, dove col suo avatar spedisce tutti i traditori su Pandora a morire di fame). 

La cittadina capogruppo rotante Roberta invoca la corte marziale: ha chiesto ai traditori di farsi avanti, così poi la corte marziale di YouTube decide se cacciarli oppure no (Beppe, Gian, ve lo dico: io, online, voto per cacciarli). Al cittadino Manlio Di Stefano piace un sacco l'idea della corte marziale e ha chiesto che "si voti online la loro espulsione dal gruppo". Chi mi ha deluso, invece, è il cittadino capogruppo rotante Vito che chiede "comprensione" per i traditori. Caro Vito, a me sembra che Beppe e Gian non vogliano mica troppa comprensione, e forse a 'sto punto dovresti dimetterti anche tu da capogruppo rotante. Se ho un po' di tempo dopo faccio un video su YouTube e lancio la petizione per farti dimettere. Nulla di personale, sia chiaro, ma le regole son regole. I pennivendoli intanto fanno le loro obiezioni da zombie del calamaio e scrivono: "Avete sempre detto che uno vale uno, quindi...". Io rispondo: sta cippa! Uno vale uno sì, ma nelle assemblee fiume che mi ricordano il collettivo Camilo Cienfuegos no, vince la maggioranza. E in assemblea il 70% dei cittadini ha votato per l'astensione. Quindi, se non vi è chiaro, ex cittadini traditori, dovevate astenervi, mica votare per il piddimenoelle o peggio ancora per Schifezzo Schifani.

Ma tant'è. Adesso tanti cittadini fanno i bulli e sfidano Beppe e gli dicono: "Buttami fuori, se vuoi". Beppe, mi permetto di rispondere io: vi buttiamo fuori noi col voto online! Mi ha deluso anche il cittadino Pepe, che come i tromboni della vecchia politica (anche se non so che vuol dire ormai 'sta espressione delle "vecchia politica" ce l'ho nelle vene) ha detto: "Il nostro voto? In assoluta coerenza con l'articolo 67 della Costituzione. Siamo persone libere". A parte che non siamo "persone libere" ma cittadini - giusto Beppe? -, caro cittadino Pepe, mi hai proprio scoraggiato: ma chettefrega a te della Costituzione? Adesso mi vieni a dire che ti piace la Costituzione? Ma se hai sempre detto che a Chavez e Mahmoud 'sta Costituzione gli avrebbe fatto schifo? Ehnnò, caro cittadino Pepe: confessa che hai votato per il Grasso gargamellato e non sai mica più cosa dire. Mi sembri Bella Napoli zombie Napolitano: "La Costituzione, la Costituzione". Ma lascia perdere, và, cittadino Pepe. 

Il cittadino Pepe però è stato pure tra i più moderati. Sentite un po' cosa hanno detto altri. L'ormai (per me) ex cittadino Francesco Campanella ha detto di aver votato il Grasso gargamellato e che "non mi hanno promesso nulla. Io ragiono gratis". E noi ti cacciamo aggratis, sei contento? Vai con Gargamella, traditore. Il cittadino Michele Giarrusso dice e non dice: "Sul voto non dichiaro niente, ma chiedo a Beppe meno reazioni isteriche e più fiducia". Voi sapere come la vedo, caro cittadino Giarrusso? La vedo che hai tradito (e me lo conferma anche il cittadino Bernini, che anche se mangia solo foglioline non s'è mangiato la foglia e che è tanto esperto di complotti e dietrologie). La cittadina Ornetta Bertorotta (che tra l'altro potrebbe anche semplificarlo un po' 'sto nome pieno di "t") fa la gnorri: "Grillo ha detto la sua, ma non abbiamo avuto direttive sul voto". Cara Bertorotta, mica ci servivano le direttive: noi non si vota per Gargamella, chiaro? Eppoi avevamo deciso in assemblea per la scheda bianca, chiaro? Per me, sei fuori. Chiudo - anche se l'elenco sarebbe lungo - con le dichiarazioni pelose della cittadina Elisa Bulgarelli, che ha detto: "Dentro di me ho infinitamente ringraziato chi mi ha permesso di rimanere fedele ai miei principi". Cara cittadina Bulgarelli, vuoi dire che i tuoi principi li rapparesenta il Grasso gargamellato? A me sembra che tu abbia voluto dire questo. Se la pensi così sarai processata online e, spero, cacciata.

Bene. Volevo chiudere con un paio di considerazioni. La prima sul voto: uno spreco schifoso votare alla Camera degli zombie e al Senato dei morti viventi con le schede di carta. Non si può fare online che è più ecocompatibile? Caro Beppe, forse avresti dovuto suggerire ai cittadini di non votare proprio così evitavamo 'sto spreco di carta e ci evitavamo pure i traditori. La seconda considerazione è sulla strategia (anche se io di strategie politiche non ci capisco molto; io conosco bene i software e le banane a chlometro zero): cioè, noi abbiamo rifiutato ogni tipo di dialogo con Gargamella (ed è sacrosanto), ma così non ci hanno dato neanche una poltroncina né alla Camera né al Senato e anzi hanno stanato i traditori. Io non lo so, non tocca a me trovare la quadra (lo fanno Beppe e Gian) ma alla luce di tutto 'sto casino, forse, almeno una poltroncina potevamo prendercela. A me sembra che così ci hanno un po' fregato (e infatti Beppe, che ne sa un sacco, ha detto: "Quella del Grasso gargamellato è stata una trappola"). La terza e ultima considerazione è sul voto online per le espulsioni di tutti i traditori: qui rischiamo che il sito del MoVimento e pure YouTube vadano in crash perché c'è troppa gente da espellere, e se vanno in crash e non riusciamo a espellerli è un casino perché ci portiamo le serpi in seno. Epperò se li cacciamo tutti fuori questi poi vanno nel gruppo Misto e così, a naso, secondo me votano Gargamella e ci frantumano il sogno a Cinque Stelle dopo quattro giorni di legislatura (si dice legislatura, nevvero?). La situazione è complessa. Io, sicuro, scaldo il mouse per votare le espulsioni. Spero però che Beppe e Gian trovino la quadra - e la troveranno - che sennò qui Gargamella fa il governo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog