Cerca

Complimenti per la trasmissione

"Detto fatto",la factual tv che non piace neanche alle massaie

Il nuovo programma di Caterina Balivo

Francesco Specchia

Francesco Specchia

Francesco Specchia, fiorentino di nascita, veronese d’adozione, ha una laurea in legge, una specializzazione in comunicazioni di massa e una antropologia criminale (ma non gli sono servite a nulla); a Libero si occupa prevalentemente di politica, tv e mass media. Si vanta di aver lavorato, tra gli altri, per Indro Montanelli alla Voce e per Albino Longhi all’Arena di Verona. Collabora con il TgCom e Radio Monte Carlo, ha scritto e condotto programmi televisivi, tra cui i talk show politici "Iceberg", "Alias" con Franco Debenedetti e "Versus", primo esperimento di talk show interattivo con i social network. Vive una perenne e macerante schizofrenia: ha lavorato per la satira e scritto vari saggi tra cui "Diario inedito del Grande Fratello" (Gremese) e "Gli Inaffondabili" (Marsilio), "Giulio Andreotti-Parola di Giulio" (Aliberti), ed è direttore della collana Mediamursia. Tifa Fiorentina, e non è mai riuscito ad entrare in una lobby, che fosse una...
"Detto fatto",la factual tv che non piace neanche alle massaie


Caterina Balivo, una delle mitiche Del Noce’s girls - le perle di Labuan di Raiuno-  è esteticamente piacevole, affabile, dal sorriso paraculo e dai modi teatrali (a tratti mi ricorda la Signorina Giulia di Strindberg nella versione di Valeria Solarino. Ancora non so se sia un bene o un male...); non sarà Ophra Winfrey, ma come conduttrice non è malaccio.
Balivo, in sè, non è malaccio. È il programma che conduce su Raidue, Detto fatto (al pomeriggio fino alle 15.30) ad essere tremendo. Anzi, non è tremendo; il concetto di “tremendo” possiede pur sempre una sua connotazione contenutistica. Detto fatto è, invece, inodore, insapore e incolore. Parte dal principio che il rilancio dei palinsesti generalisti del daytime debba ovviamente accendersi sulla factual tv. Ovvero sulla tv dei mestieri fighetti e di nicchia che tutti, ovviamente, vorrebbero fare: il Cake deisgner, i wedding planners, i flowers stylist (cioè: guarnire le torte, organizzare matrimoni, scegliere i fiori). Il factual sarebbe la miniera di Creso di Real Time e lo sta diventando di Fox; ma è tutt’altro che adatta ai canali generalisti.
Specie in una fascia oraria che per anni ospitò Italia sul Due, la cronaca declinata in ogni colore, e le interviste che qualcosa di buono avevano, finchè non finì tutto nelle esili mani di Lorena Bianchetti. Ora, l’idea di cambiare identità alla rete è lodevole. Ma in questo Detto fatto -come scrive Lord Lucas su Tv Blog- «c’è  il Brutto Anatroccolo di Amanda Lear, ci sono le torte americane di Real Time, i capelli di Della Palma, il giardinaggio di Sardella e i wedding planner di Miccio che incontrano Adesso sposami. Insomma, il solito minestrone della tv per massaie (con la variante dei coach, che danno scarso valore aggiunto e sono poco carismatici o troppo macchiettistici)». Sottoscrivo appieno, specie sul team di «esperti», categoria dello spirito urge il dibattito.
 Inoltre, aggiungo che il programma, con esterne piccole e insignificanti, Rvm così così, scenografia e luci che urlano vendetta, è scritto male. È sfilacciato, e la gente colà avvezza a Uomini e donne, Verdetto finale, Centrovetrine in quel filo non ci incespica. Il programma fa il 4.60%, infatti. Certo, è in rodaggio. Ma pure i rodaggi hanno un termine...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • MenozziMarina

    23 Maggio 2016 - 14:02

    Ma la Balivo non mangia a casa sua ? Sta seduta sul tavolo dove cucina a speluccare qua e la' ;Si lava le mani prima sta imbranata ?

    Report

    Rispondi

  • kingmj

    09 Maggio 2013 - 12:12

    ALTRE COINCIDENZE...IL film HACHICO (in cui uno dei protagonisti si chiama MICHAEL) che è stato trasmesso su RAI il 16 aprile usci sugli grandi schermi in autunno del 2009..nello stesso momento in cui era uscito film THIS IS IS dove MICHAEL JACKSON dice che ABBIAMO SOLO 4 ANNI DAVANTI DOPO I DANNI SARANNO IRREVERSIBILI.......Richard Gear (che nasce sotto il segno della VERGINE - come MICHAEL_ e nel film muore per l'attacco del cuore - come MJ) nel film parla del sodalizio tra il uomo e il cane avvenuto ..4 mila ANNI fa e dell' ULTIMA CHANCE...Su Youtube esiste (ancora...) il video LA NOSTRA ULTIMA POSSIBILITà MICHAEL JACKSON'S MESSAGE...........Oltretutto HACHI in giapponese significa 8 - che nella mitologia cinese simbolleggia IMMORTALE ( come MJ IMMORTAL WORLD TOUR)......Il film finisce con le parole del ragazzino che definisce il suo cane MY HERO...... lo era anche Michael 0

    Report

    Rispondi

blog