Cerca

Grazie a Verdi e Adusbef nel lontano 1996

Grillo tentò di soffiare a Rodotà
la poltronissima di Garante Privacy

Nel 1996 fu l'Adusbef a lanciare la candidatura del comico che stava per soffiare la poltrona all'ex presidente del Pds

I verdi e la Rete (che non era il web, ma il partito di Leoluca Orlando), appoggiarono Beppe. Ma quella volta vinse il professore, conquistando una poltronissima da 340 milioni di lire l'anno. E Grillo si consolò sposandosi in Chiesa avendo testimone Fabrizio De Andrè

Franco Bechis

Franco Bechis

Torinese classe 1962. E' stato direttore del Tempo, Italia Oggi e Milano Finanza. Attualmente è Vicedirettore di Libero
Candidati contro

Beppe Grillo e Stefano Rodotà

Beppe Grillo e Stefano Rodotà non solo non si sono mai amati, attaccandosi a vicenda negli anni scorsi. Ma sono pure stati concorrenti e rivali, più o meno come è accaduto ora fra Rodotà e Giorgio Napolitano. E' accaduto alla fine del 1996, quando l'Adusbef candidò a sorpresa il comico genovese alla guida della nascente autorità di Garante della privacy a fianco del candidato ufficiale del Pds, che era proprio Rodotà. I Verdi in Parlamento sposarono subito la candidatura Grillo, e il 19 dicembre 1996 in un comunicato sostennero che non era una provocazione "perchè è estremamente credibile e come tale vogliamo che sia vagliata". Grillo fu appoggiato anche dalla Rete, che all'epoca non era il web, ma il partito di Leoluca Orlando. Grillo non accettò nè respinse l'offerta. In quei giorni aveva altro per la testa: il 21 dicembre si sarebbe infatti sposato in gran segreto con la sua attuale moglie, Pavin Tadjk, nella chiesetta di Sant'Ilario a Genova, con testimone Fabrizio De Andrè. Ci volle comunque un Grillo come avversario per fare trionfare Rodotà, che divenne garante della privacy con uno stipendio iniziale di 340 milioni di di lire l'anno (sarebbe poi lievitato). 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cordioliago

    12 Maggio 2013 - 12:12

    Per quanto mi riguarda, organizzare una manufestazione contro la magistratura in generale( in prima luogo ) e in piazza ( in secondo luogo )dopo che negli ultimi vent'anni, per metà, sei stato al governo senza cambiare nulla....mi appare come l'ennesima pagliacciata per tenere occupati gli elettori. Grazie A.C.VR

    Report

    Rispondi

blog