Cerca

Al via domani

Draft Nfl, la scienza inesatta

Per tre giorni, il football americano si riunisce a New York per la grande lotteria che crea talenti e bidoni, spande milioni di dollari, dà vita a sorprese e leggende. Sliding doors che daranno un volto nuovo alle 32 franchigie della Lega: sette giri di chiamate per ciascuna sperando di aver scelto il fenomeno, ben sapendo che la certezza non c'è.

Sportin' Usa

Sportin' Usa

Draft Nfl, la scienza inesatta

Draft NFL, la scienza imperfetta. Da qui può uscire l’uomo copertina del football dei prossimi dieci anni oppure un impresentabile brocco. Talent scout, esperti ed analisti che dopo messi di notti insonni con una mano indicano il nuovo fenomeno mentre tengono l’altra dietro la schiena con le dita incrociate. Tre giorni (25, 26 e 27 aprile), sette giri di chiamate per ciascuno dei 32 team per un rito (il primo risale al 1936) perfino più vecchio del Superbowl e della stessa Lega; da qui usciranno i protagonisti della nuova stagione già programmata in calendario: via il 5 settembre con i Ravens campioni ospiti dei Denver Broncos, gran finale con il Super Bowl numero 48 il 2 febbraio 2014 al MetLife, casa dei New York Giants e dei New Jersey Jets.

Ecco una piccola guida all’orientamento.

Al primo giro saranno chiamati nella Radio City Music Hall di New York City i 32 nomi degli ex universitari scelti per passare fra i professionisti. Il 26 e 27 aprile si completeranno i giri che rimpolperanno i roster delle franchigie. Da tradizione, iniziano gli ultimi della passata stagione, i disastrati Kansas City Chiefs (che puntano tutto sulla voglia di riscatto del QB Alex Smith), per finire con i  campioni uscenti di Baltimora.

Vocabolario. “Bust”: il bidone. Tony Mandarich, OT draftato da Green Bay nel 1989, è uno degli esempi più fulgidi. Sport Illustrated lo definì “il miglior prospetto di sempre nel suo ruolo”. Infatti, alcol, steroidi e testa vuota lo hanno rapidamente tolto di mezzo.

 Steal”: il colpaccio.  Forse Joe Montana e Tom Brady sono i due steal più clamorosi di sempre. Senza bisogno di spiegazioni.

Mr. Irrilevant”: l’ultimo chiamato in assoluto, che però conquista almeno un po’ di notorietà e si gode da star la Irrilevant Week, settimana di fiesta e vacanza a lui dedicata a Newport Beach.

Stabilire quali siano i migliori e ipotizzare le chiamate è complesso, negli States da settimane è in corso un toto-draft che raggiunge il parossismo, senza contare le trade e le rinunce di chiamate che potrebbero rimescolare tutte le carte.  Chi se ne intende tuttavia sostiene come a far gola saranno non gli appariscenti QB, nonostante il passing game si stia imponendo come filosofia trainante, ma gli uomini di trincea, OT e DT. Gente di peso e di sostanza.

Si comincia domani sera alle 8 newyorchesi, le 2 di notte in Italia. Per i sonnambuli, nfl.com offre la diretta gratuita dell’evento, noi vi terremo aggiornati e domani proveremo a fornirvi le indicazioni sulle strategie di ognuna delle 32 franchigie. Stay tuned!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog