Cerca

Il caso

Tale cane tale padrone. Ora è legge: multe a chi sgarra

Norma nella Bergamasca: se sei grosso puoi permetterti un alano. Sei un peso piuma allora prenditi un bassotto

Eliana Giusto

Eliana Giusto

Eliana Giusto, giornalista, sono nata e vivo in mezzo alla giungla milanese. Amo tutti gli animali, specialmente quelli che vivono a casa mia: due gatti e un bimbo che gattona più di loro. In questo blog bestiale, i protagonisti sono proprio loro, quelli che vanno a quattro zampe e che amano senza niente in cambio.

Tale cane tale padrone. Ora è legge: multe a chi sgarra

di Eliana Giusto 

@giocattolirock

Tale cane, tale padrone. Sei alto e grosso? Puoi permetterti un Alano. Sei un peso piuma formato tascabile? Allora prenditi un Bassotto. Perché altrimenti rischi una bella multa. 

Succede a Rota Imagna. Scrive l'Eco di Bergamo che il Comune orobico ha imposto una nuova norma, che recita: "È fatto divieto assoluto di consentire la libera circolazione dei cani, senza la presenza di un conduttore di una corporatura e un peso proporzionato alla mole dell'animale". Dal primo giugno, in sostanza, il giusto "rapporto tra la popolazione umana e le specie canine domestiche" diventa legge. Per chi sgarra, sono previste sanzioni da 25 a 150 euro. Vietato quindi far portare fuori il San Bernardo dal figlio dodicenne. 

Certo fa specie vedere dei ragazzini sotto il metro e sessanta passeggiare con un Rottweiler (così come degli omoni con i Barboncini), ma forse più che un ordinanza servirebbe un po' di buon senso. Io non prenderei mai un Mastino napoletano per compensare la mia minutezza, finirei stesa a terra alla prima uscita. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kappac

    04 Giugno 2013 - 07:07

    Che dire se non la solita battuta all'italiana: la mamma degli imbecilli è perennemente incinta. Questa è una riprova matematica.

    Report

    Rispondi

  • ghibli10

    14 Maggio 2013 - 20:08

    sarà anche una genialata ma per me è una boiata pazzesca forse perchè ho avuto sempre cani che presi fin da piccoli ( i canonici 60/70gg.)e abituati ad obbedire non tanto con la voce ma solo con i gesti mi posso permettere di uscire senza legarli al giunzaglio pertanto ritengo che questa norma sia una boiata tremenda avrei capito di più l'obbligo a fare corsi a cani e padroni di educazione e obbedienza con questa boiata non potrei mai prendere un terranova cane che mediamente pesa 68 Kg, nonostante che la sua indole sia docile e non soggetta a scatti d'ira, perchè con i miei 80 kg non sarei proporzionato

    Report

    Rispondi

  • routier

    12 Maggio 2013 - 18:06

    La norma potrà anche non piacere ma è dettata da elementare buon senso. Fa piacere che qualche sindaco lo dimostri ma, in generale, il buon senso in Italia continua ad essere merce rara

    Report

    Rispondi

  • dellelmodiscipio

    12 Maggio 2013 - 13:01

    Come me, hai tempo di rileggere il tuo commento, data l'assenza di altri commentatori, da tutt'altre faccende affascinati. E certo converrai che sei stato precipitoso, come accade a tutti noi che sappiamo da prima quanto valgano le GRIDA dei poteri dell'unica repubblica al mondo fondata sul lavoro. In realtà, nulla di più corretto dell'ordinanza del Sindaco orobico. E' fatta in relazione alla tutela della sicurezza dei cittadini, è rispettosa del diritto di passeggiare con i nostri amici, siano anche di un'altra RAZZA e finanche Bastardi, è equilibrata molto più delle norme CEE che misurano la lunghezza dello Zucchino o delle variegate "leggi" sull'età del consenso. Buon senso e buona fede, ecco quel che manca nel bel Paese. Nelle leggi fondamentali della Confederazione Elvetica la frase "ciò è basato sulla buona fede" è riportato come coronamento del'articolo, e anche il buon senso è sovrano. Ma già, da noi le leggi sono adulterate dai vari governi, in faccia al popolo sovrano.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog