Cerca

Il programma della nuova sinistra

L'uomo di Renzi e quello di Prodi
insieme per lo spinello libero

Roberto Giachetti e Sandro Gozi firmano insieme un pacchetto di proposte di legge care ai radicali. Fra cui lo spinello libero vendibile anche a chi ha più di 16 anni.

Oggi le sigarette normali sono proibite ai minori di anni 18, che invece potrebbero ottenere in tabaccheria la sigaretta alla marijuana senza che rischi multe o denunce nè l'acquirente nè il venditore. 
Franco Bechis

Franco Bechis

Torinese classe 1962. E' stato direttore del Tempo, Italia Oggi e Milano Finanza. Attualmente è Vicedirettore di Libero
Profumo di hashish

Roberto Giachetti protetto da Matteo Renzi e Sandro Gozi con il nume tutelare Romano Prodi

 

Chissà se i due leader sono felici dell'idea. Per quel che risulta alle cronache né Matteo Renzi, né Romano Prodi l'avevano mai avuta. Però il leader dei renziani, il vicepresidente della Camera Roberto Giachetti e il leader dei prodiani, Sandro Gozi, si sono uniti nella battaglia per legalizzare lo spinello. I due insieme hanno depositato una proposta di legge sulle “norme per la legalizzazione della coltivazione del commercio dei derivati della cannabis indica” che consente appunto la coltivazione e la vendita al minuto del cosiddetto spinello. Due sole condizioni: essere in possesso di specifica autorizzazione per il commercio della cannabis e dei prodotti derivati, e il divieto di vendita ai minori di anni 16. Per lo spinello ci sarebbe quindi una liberalizzazione superiore a quella in vigore sia per le sigarette tradizionali che per quelle elettroniche, visto che in entrambi i casi è stabilito il divieto di vendita ai minori di anni 16. Anche se il renziano e il prodiano sostengono che “la legalizzazione che si intende introdurre con questa proposta di legge non è liberalizzazione e neppure offerta indiscriminata, ma soddisfacimento controllato di una domanda reale, il che vuole dire controllo di un mercato oggi tragicamente libero”. Sarà un decreto del presidente del consiglio dei ministri a stabilire- se la legge Giachetti-Gozi passerà- “la determinazione delle caratteristiche dei prodotti destinati alla vendita e alla loor distribuzione sul territorio, nonché della tipologia dei locali pubblici in cui è consentito il consumo delle sostanze”

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianniob

    13 Aprile 2015 - 12:12

    Giacchetti & Gozi. Associazione a delinquere di stampo mafioso, dedito allo spaccio. Accontentatevi dei soldi che rubate con stipendi e manovrine varie; avete anche bisogno di spacciare?

    Report

    Rispondi

  • lucanocelli2

    15 Novembre 2014 - 15:03

    Che vergogna!

    Report

    Rispondi

blog