Cerca

Tremenza

La voce di Emilio Fede

Alessandra Menzani

Alessandra Menzani

Nata a Piacenza, laureata in Scienze della Comunicazione, è responsabile degli spettacoli di Libero. Tremenza è un blog che può (e deve) scuotere le coscienze. Parla di tv, personaggi, retroscena. Anche su Facebook e su Twitter (@AMenzani).

Non so a voi ma a me la voce strozzata di Emilio Fede contro i conduttori della Zanzara (simpatici un giorno no e l'altro neppure) ha fatto tenerezza. Fede non piace a molti, d'accordo. E' stato un personaggio discutibile del giornalismo italiano, nonostante abbia fatto la storia dell'informazione Mediaset (vedi Guerra Del Golfo, 11 settembre e tante appassionate dirette), ma adesso: ha 80 anni, è stato pensionato senza troppo riguardo, non ha più il Tg4, è fuori dai giochi. Non ha quasi più voce, soprattutto dopo il violento e disperato sfogo in radio. Più di così? A me fa lo stesso effetto di Sara Tommasi: mi sembrano entrambe due persone che vanno lasciate stare. Non so a voi.

Ecco il link della sfuriata:

http://video.corriere.it/emilio-fede-la-zanzara-parolacce-insulti-contro-espresso/6b41a326-405b-11e2-abcd-38132480d58e

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lalys43

    14 Gennaio 2013 - 14:02

    Certo che leggere un commento di questo tenore, cara sig.ra (o signorina) più che tenerezza fa capire dove siamo arrivati in questo paese. Emilio Fede fa parte di quella schiera di personaggi da sempre implicati in vicende sporche o poco chiare(è stato condannato in via definitiva per truffa e gioco d'azzardo). Però la capisco: il posto di lavoro che lei occupa, l'avrà forse ottenuto concedendosi a personaggi come Fede e questo giustamente le ispira tenerezza, come verso un nonno che ci faceva regali a Natale da bambini...

    Report

    Rispondi

  • pidocchio

    01 Gennaio 2013 - 17:05

    "ha 80 anni, è stato pensionato senza troppo riguardo, non ha più il Tg4". Ecco, in questa frase c'è, a mio parere, tutta la mentalità di una casta (politica, imprenditoriale, culturale, didattica), che, spiace dirlo, è tutta e solo italiana. Io sono vecchio (molto meno di Fede), e pensionato. Felicemente pensionato. Ho i miei hobbyes, i miei interessi, e non rimpiango neanche per un attimo il mio lavoro. Eppure ero un dirigente, con varie decine di dipendenti, una struttura complessa e articolata, diversi laureati giovani e brillanti quali collaboratori. Sarei potuto restare ancora, e sicuramente avrei ottenuto benefici economici e di prestigio. Ma ho lasciato il campo ai giovani. E' giusto così. Cosa fa veramente tenerezza è che lei, che è giovane e brillante, si affanni a compiangere uno che a 80 anni, con una posizione economica splendida, non si vuole ritirare.

    Report

    Rispondi

blog