Cerca

La frase del giorno

La colpa di essere maschio e single: loro sono terroristi, i gay no. La Boldrini che dice?

Andrea Tempestini

Andrea Tempestini

Milanese convinto, classe 1986, peregrinazioni giornalistiche tra Milano, Urbino, New York e ancora Milano, a "Libero" da maggio 2010. Prima economia, poi online, dove continuo a scrivere di economia e politica. Il mio sogno frustrato è l'Nba. Adoro Vespe, gatti, negroni e mr. Panofsky. Su Twitter @anTempestini

Justin Trudeau

"I rifugiati single sono a rischio jihadismo", sintesi del pensiero di Justin Trudeau, primo ministro Canadese, 25 novembre.

Un mix, grottesco, tra psicosi (giustificata) da attentato e una sorta di ridicolo politically correct (che poi non è politically correct, ma soltanto una burletta). Dopo le stragi di Parigi, il primo risultato di questa incontrollabile "miscela chimico-psicologica" si vede nel lontanissimo Canada. Succede che Ottawa debba accogliere la sua fetta di rifugiati siriani. E succede che il governo locale pare abbia intenzione di recedere: i profughi accolti entro il termine dell'anno saranno meno dei 25mila previsti. Per scremarli, verrà adottato un criterio assai peculiare.

In breve, ecco le linee guida delle nuove politiche di accoglienza del neo-governo liberal di Justin Trudeau (eletto lo scorso 4 novembre): l'accesso al Paese verrà limitato a donne, bambini, famiglie e omosessuali, almeno according to le anticipazioni dell'autorevole Cbc. Tradotto: entrano tutti, ma non i maschi single. Le ragioni sono presto dette: il profilo del maschietto single è quello che più di tutti corrisponde a quello del potenziale estremista. E non solo: gli omosessuali, in Siria, sono perseguitati. Tutto vero, eh, per carità: il maschio single è statisticamente il "terrorista più probabile", mentre gli omosessuali, ad oggi, in Siria vengono uccisi, lapidati, legati e lanciati giù dai palazzi.

Non è detto, però, che una doppia e sostanziale verità possa determinare una decisione sensata. Qualche osservazione, in ordine sparso. Primo: come determinare l'omosessualità di una persona? Sarà sufficiente un'autocertificazione, verrà effettuato un "infallibile" test ideato da un équipe di psicologi oppure ci si atterrà a un (inesistente e ipotetico) test del dna che flirta sinistramente con l'eugenetica nazista? Seconda osservazione: il governo canadese ha preso in considerazione l'ipotesi che per avere le carte in regola per entrare nel Paese basterebbe fingersi omosessuali? Terza osservazione: le donne verranno accolte in toto, eppure le recenti cronache dimostrano che anche il gentil sesso può covare l'inclinazione a tagliar gole. O no? Quarta osservazione: escludere gli uomini single non è vagamente discriminatorio? Poiché gli uomini single siriani - parimenti massacrati dalla guerra - non sono una minoranza, forse non necessitano di tutele? Infine, un dubbio: Laura Boldrini che dice?

di Andrea Tempestini
@anTempestini

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nastroazzurrolc

    02 Dicembre 2015 - 07:07

    Strano che il primo ministro non si sia rivolto alla nostra Boldrini.

    Report

    Rispondi

blog