Cerca

Morgan a X Factor, un odio antico per la Rai

Morgan sbrocca a Sky

Francesco Specchia

Francesco Specchia

Francesco Specchia, fiorentino di nascita, veronese d’adozione, ha una laurea in legge, una specializzazione in comunicazioni di massa e una antropologia criminale (ma non gli sono servite a nulla); a Libero si occupa prevalentemente di politica, tv e mass media. Si vanta di aver lavorato, tra gli altri, per Indro Montanelli alla Voce e per Albino Longhi all’Arena di Verona. Collabora con il TgCom e Radio Monte Carlo, ha scritto e condotto programmi televisivi, tra cui i talk show politici "Iceberg", "Alias" con Franco Debenedetti e "Versus", primo esperimento di talk show interattivo con i social network. Vive una perenne e macerante schizofrenia: ha lavorato per la satira e scritto vari saggi tra cui "Diario inedito del Grande Fratello" (Gremese) e "Gli Inaffondabili" (Marsilio), "Giulio Andreotti-Parola di Giulio" (Aliberti), ed è direttore della collana Mediamursia. Tifa Fiorentina, e non è mai riuscito ad entrare in una lobby, che fosse una...
Morgan a X Factor, un odio antico per la Rai
Morgan in arte Marco Castoldi a “X-Factor 5” (Sky Uno, giovedì prime time) è, indubitabilmente, il Vittorio Sgarbi del pop. O, come diceva un tempo Simona Ventura, «un diamante grezzo». Più grezzo, che diamante.

L’altra sera, mentre si decideva su chi trombare tra Davide in pantaloncini oro e Valerio, Morgan, richiesto del voto, è sbroccato: «Io non voglio eliminare nessuno, nemmeno me stesso, sennò sarei rimasto in Rai...». Ahi. In quell’istante i giurati si pietrificavano: Elio, con basette stile poliziottesco anni ’70, tratteneva il fiato; Simonetta Ventura s’incurvava verso terra, sbilanciata dagli orecchini a forma di menhir; Arisa sorrideva d’un sorriso inutile e freudiano; e il presentatore Alessandro Cattelan s’imporporava in viso facendo pendant con lo smoking rosso. Continuava Morgan: «...Perché lì, in Rai, era tutto finto; perciò l’ho lasciata prima della faccenda della droga. Io vado ancora verso la verità». La via, la verità, la vita. Cattelan, ormai sempre più sul vermiglio dall’imbarazzo, balbettava: Morgan, ti prego fammi un nome. E Morgan: «Berlusconi...». Applauso adorante. Naturalmente tale exploit non c’entrava un piffero con “X Factor”,  programma che mantiene comunque un grande appeal scenografico e autorale. Naturalmente, allo sputtanamento della Rai, la Ventura ha immediatamente smentito Morgan; e via twitter, Francesco Facchinetti ex conduttore del programma, ha tenuto a dire che Castoldi “distorce la realtà” come una Fender suonata da un Jimi Hendrix in stato lisergico.

E, in effetti, la realtà, specie nella sua cronologia è stato distorta: Morgan ha lasciato la Rai durante la storia delle droga, non prima (e perchè avrebbe dovuto? Aveva un contratto sostanzioso); e per quella storia l’hanno epurato da Sanremo, e lui è stato costretto ad una terribile puntata riparatrice a Porta a Porta con tanto di scuse profuse nel salotto di Vespa e dinnanzi a una Livia Turco piangente. Quella sì, vera tv trash. Poi gli dei misericordiosi dei palinsesti ammaestrati da Giorgio Gori lo hanno arruolato a Sky. Ora, Morgan è bravo, ma dev’essere faticosissimo nuotare controcorrente per contratto. Perchè sfregiare così, gratuitamente la tv di Stato a cui deve il successo? Se la Rai è finta, ha finto anche lui in questi anni? Perchè tanto odio? Sospettiamo sia per la giacca a quadri nuova -un Picasso sgraziato- sfoggiata da Morgan per errore davanti alla telecamera. La sua rabbia non era per una scelta ingiusta, ma per un acquisto sbagliato...

 

 

 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lorenzo82

    05 Dicembre 2011 - 15:03

    ...sorry :)

    Report

    Rispondi

  • lorenzo82

    05 Dicembre 2011 - 14:02

    Elio a parte (che ritengo l'unico cantante e autore degno di esserlo) quest'anno bello schifo la giuria di X-faxtor. Cioè la Ventura di canto cosa capisce? e di recitazione? Elisia? grandissima che canzoni fenomenali e che voce che ritmo. Musicalmente un ec-cesso. E Morgan o povero Morgan. Sbalzi d'umore degni del miglior consumatore di "neve" sulla terra. Ho visto accettare dei tromboni scordati e riluttare gente per lo meno intonata. Ma per favore se fate un programma dove dovete valutare dei talenti, beh forse in primis dovreste scegliere chi di talento ne capisce qualcosa.

    Report

    Rispondi

  • LADONNADISION

    03 Dicembre 2011 - 12:12

    Quando per anni la nostra consigliora è stata madama cocaina è ben difficile razionalizzare un discorso fin nei minimi particolari! Mi dispiace per lui, se in un momento di sussulto inconsulto ha sparato a zero sulla Rai che lo ha portato ad essere quello che è. Peccato.

    Report

    Rispondi

blog