Cerca

Toh, Bianca Balti: una top model simpatica

Pif e la modella

Francesco Specchia

Francesco Specchia

Francesco Specchia, fiorentino di nascita, veronese d’adozione, ha una laurea in legge, una specializzazione in comunicazioni di massa e una antropologia criminale (ma non gli sono servite a nulla); a Libero si occupa prevalentemente di politica, tv e mass media. Si vanta di aver lavorato, tra gli altri, per Indro Montanelli alla Voce e per Albino Longhi all’Arena di Verona. Collabora con il TgCom e Radio Monte Carlo, ha scritto e condotto programmi televisivi, tra cui i talk show politici "Iceberg", "Alias" con Franco Debenedetti e "Versus", primo esperimento di talk show interattivo con i social network. Vive una perenne e macerante schizofrenia: ha lavorato per la satira e scritto vari saggi tra cui "Diario inedito del Grande Fratello" (Gremese) e "Gli Inaffondabili" (Marsilio), "Giulio Andreotti-Parola di Giulio" (Aliberti), ed è direttore della collana Mediamursia. Tifa Fiorentina, e non è mai riuscito ad entrare in una lobby, che fosse una...
Toh, Bianca Balti: una top model simpatica
Il lato “B” dei vip ha volte affascina più del lato “A”. Senza doppisensi.

Anche se il doppiosenso è uno sbuffo di simpatia, nel caso di Bianca Balti, una che confessa candidamente a Pif (“Il testimone”, Mtv prime time) di avere sì dei glutei per ora inattaccabili al photoshop; ma pure che, avendo una cellulite avanzante assommata alle smagliature della gravidanza, sorge l’inquietudine del “culo che si sfonda” con l’incedere dell’età. La Balti, come tutte le top model 26enni che affollano un mondo luccicante fatto di passerelle, Suv, gloria effimera e cocaina tagliata male almeno quanto i vestiti, ci stava sulle balle. Ed è merito del ritratto che ne ha fatto Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif, se l’abbiamo osservata sotto  luce diversa. Bianca senza trucco in felpa e jeans è, in realtà un’informale ragazzina di Rho, sana provincia lombarda. Bianca ti guarda e, ridendo, spara verità inattaccabili. Fare la modella «è un lavoro da deficiente, non ci vuole chissà cosa»; i modelli sono dei minus habens; essere fotogenici è una «botta di culo» con un paio d’ore al trucco un ex  punkabbestia (come lei) può diventare Claudia Shiffer. «Le altre modelle penso abbiano vita più glamour, io porto Matilde all’asilo, rimetto a posto la casa, sono una brava mogliettina», aggiunge ricordando l’allegra condizione di ragazza/madre. E tu lì a chiederti: ma questa qui è vera, dov’è il trucco? E Bianca, a un Pif spiazzato quanto noi: «Io se fossi ricca, farei bambini a raffica e starei a casa a fare un cazzo, purtroppo però gli uomini ricchi non mi interessano». Non è vero, ovvio. E Bianca non sarà ricca ma è benestante: Eppure parla come tua sorella o la vicina di casa che ha problemi con l’affitto. Bianca racconta di non avere avuto paura di danneggiare il suo fisico dopo la gravidanza, di non averci proprio pensato quando era incinta, ma che ad aprirle gli occhi arrivarono  le aziende che la rispedivano a casa scoprendo che aveva preso 10 chili. Pif è estasiato, noi pure. Lo è anche il fidanzato di Bianca, un analista finanziario che pare uscito da una fiction entra in casa e si mangia un pesce cucinato dalla modella italiana più pagata del mondo. Un programma gentile...




Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog