Cerca

Ciaone

Addio a social network (e spam): il sito che aiuta a farci sparire dal web

0
Addio a social network (e spam): il sito che aiuta a farci sparire dal web

Servirebbe a poco oggi cambiare città o fuggire su un’isola deserta se prima non facessimo sparire ogni nostra traccia dai social. E anche se non siete in preda a crisi depressive e volete più banalmente ridurre all’essenziale la vostra presenza online, esiste uno strumentino che rende più facile l’operazione. Lo strumentino sia chiama deseat.me, funziona solo se per le vostre registrazioni avete usato un’indirizzo su gmail.com e se avete una buona memoria. Sì perché Deseat.me ha il grande merito di farci un elenco di tutte le iscrizioni a newsletter e social network accumulate nel tempo (io ne avevo 184 e ho anche il sospetto che non fossero proprio tutte), però ha anche il limite di non essere così automatico come è stato decantato su diversi siti italiani.

Come funziona - Cliccando su “sign in with google” daremo il permesso al servizio di ficcanasare nella nostra email alla ricerca delle iscrizioni attive. Dato il via libera, il sito ci mostrerà il numero totale di utenze attive, così da poterle smaltire a gruppi di tre. Scegliendo “keep” terremo ancora in vita quella registrazione, “mark as deleted” invece impilerà le registrazioni che vogliamo eliminare. Una volta finita la cernita, dalla lista sul fondo della pagina potrete cliccare su “delete” per dire addio per sempre a quell’iscrizione.

Se però non siete più loggati a quel servizio, cioè non avete inserito username e password da parecchio tempo, dovrete spremervi le meningi alla ricerca in un antro sperduto della memoria di quali fossero le chiavi d’accesso. Trattandosi spesso di servizi inutilizzati da secoli, la via più breve sarà seguire il procedimento di ogni singolo servizio da cancellare per il recupero della password.

Insomma deseat.me, per ovvie ragioni tecniche, non vi cancella con due click da tutti i social che volete, però aiuta (anche a ricevere in futuro meno email indesiderate). 

Giovanni Ruggiero
Tw: @juan_r | Fb: Dove andremo a finire

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Giovanni Ruggiero

Giovanni Ruggiero

Giovanni Ruggiero è redattore di liberoquotidiano.it. Nato nel 1983, si interessa di tecnologia e innovazione e ne parla soprattutto a chi lo chiama quando gli si impalla il computer. Scrive di digitalizzazione della PA, di sharing economy, di app che svoltano la giornata, di futuro. È su Twitter come @juan_r

media