Cerca

Il fluido magico

Ma quanto costa tenere acceso il condizionatore? Meno, grazie a questa invenzione (italiana)

0
CONDIZIONATORE

Ci sono invenzioni che nascono da esigenze ataviche. Prendete ad esempio il bisogno di gestire la temperatura in una casa o in un grande magazzino pieno di server che sputano calore senza ritegno. Certo possiamo far tutto con un buon condizionatore d’aria che però, come ci hanno insegnato le mamme sin dai tempi in cui ci facevano spegnere pure la luce rossa dello standby della Tv, consumano energia elettrica come un gruppo di imbucati a un buffet a scrocco. Il portafogli domestico poi non è uno spazio infinito, così come non lo sono i budget aziendali. E però il caldo è fastidioso e il freddo anche.

Ora, tutto in un colpo non si può certo avere, ma una risposta che dà speranza alle tasche di accaldati e freddolosi arriva da un manipolo di 12 ricercatori pugliesi che lavorano per la Tct di Brindisi. Questa dozzina di cervelli ha lavorato con l’università del Salento e altri centri di ricerca italiani finché non hanno trovato una prima buona soluzione in un fluido che migliora l’efficenza degli impianti termici, che siano destinati alle case che alle attività industriali.

Così come dietro al nostro frigorifero, anche all’interno dei nostri condizionatori vengono usati dei liquidi che per le loro caratteristiche scambiano calore meglio di altri. Il fluido pugliese, Htf Compact, è un nano fluido, robetta fatta di nanoparticelle (nanoche?) grandi quanto molecole che possono ridurre i consumi almeno del 10% rispetto ai normali impianti.

C’è chi ha già fiutato l’affare e manco a dirlo sta dall’altra parte dell’oceano. A New York la Tct ha già potuto installare la tecnologia Htf Compact al Botanical Garden, il parco botanico più grande al mondo, oltre che negli uffici di Linkedin nell’Empire state building. E presto farà risparmiare discreti dollaroni anche all’hotel Marriot, in fase di costruzione sulla 32ma strada. In Italia il nano fluido brindisino potrebbe essere molto utile per gli impianti geotermici e solari termici, con una discreta riduzione dei tempi di rientro dall’investimento iniziale. Intanto gli americani hanno cominciato a risparmiare.

Giovanni Ruggiero
Tw: @juan_r | Fb: Dove andremo a finire

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Giovanni Ruggiero

Giovanni Ruggiero

Giovanni Ruggiero è redattore di liberoquotidiano.it. Nato nel 1983, si interessa di tecnologia e innovazione e ne parla soprattutto a chi lo chiama quando gli si impalla il computer. Scrive di digitalizzazione della PA, di sharing economy, di app che svoltano la giornata, di futuro. È su Twitter come @juan_r

media