Cerca

L'accordo di Tinaba

Pagamenti elettronici, quali app scaricare per comprare giornali e riviste con lo smartphone (in edicola)

22 Marzo 2018

0
Pagamenti elettronici, quali app scaricare per comprare giornali e riviste con lo smartphone (in edicola)

Esci di casa, passi davanti all'edicola, ti ricordi che è uscita la rivista che aspettavi, metti la mano in tasca e cacchio hai solo monete di rame. Nel portafoglio zero banconote, ci sarebbero le carte, ma figurati se accettano il bancomat per 3 euro, l'edicolante con quel che paga di commissioni ti manda al diavolo. Questa manfrina prima o poi finirà, anzi qualche segnale incoraggiante sta arrivando con la diffusione di alcuni sistemi di pagamento elettronici.

Sembrano robe astruse, ma quando si parla di soldi non lo sono mai. Partendo da un esempio pratico, già da marzo in una ventina di edicole a Milano è possibile fare acquisti usando l'app sullo smartphone di Tinaba. Di sistemi simili ce n'è già un bel po', c'è Apple pay, Satispay, Postemobile Nfc... i meccanismi sono sostanzialmente simili: scaricate la app sullo smartphone, seguite le istruzioni di registrazione inserendo i vostri dati anagrafici e il conto e/o la carta che volete associare alla app e impostate i limiti che preferite per i pagamenti (cifre massime, budget totale...). Scegliete la metafora che preferite, sono piccoli salvadanai elettronici, portaspiccioli digitali, carte prepagate virtuali... sono comunque tutti strumenti utili che vanno usati con la stessa attenzione che richiede il caro vecchio portafoglio. Se in passato non lo lasciavate in giro a portata di chiunque, lo stesso dovreste fare con lo smartphone, anche se avete una ciabatta touchscreen e non l'ultimo modello supercostoso.

L'iniziativa di Tinaba a Milano, in accordo tra il fondatore Matteo Arpe e il presidente di Snag  Milano Alessandro Rosa, rende i pagamenti in edicola più facili e pratici, ma soprattutto li rende più convenienti per l'edicolante, considerando i costi di commissione bassissimi anche per i piccoli pagamenti, così che non avrà più scuse per rifiutare pagamenti elettronici. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Giovanni Ruggiero

Giovanni Ruggiero

Giovanni Ruggiero è redattore di liberoquotidiano.it. Nato nel 1983, si interessa di tecnologia e innovazione e ne parla soprattutto a chi lo chiama quando gli si impalla il computer. Scrive di umanità varia e digitale, di sharing economy, di app che svoltano la giornata, di futuro. È su Twitter come @juan_r. Su Facebook c'è addirittura una pagina.

media