Cerca

E Masi si "prende" Rai Corporation

intanto i palinesti sono fermi a febbraio

Enrico Paoli

Enrico Paoli

Toscano di nascita, ma romano di adozione (e vocazione) ha iniziato a "imbrattare" pagine al Tirreno di Livorno, scrivendo di sport e spettacoli, passando poi alla Nazione di Firenze. Prima di approdare al Giornale, (edizione toscana) si è divertito lavorando in radio (una passione che non accenna a diminuire nonostante gli anni). A Libero sono arrivato quasi dieci anni fa, per "colpa" di Feltri, transitando per la cronaca di Roma, che ho guidato sino al 2007. Da allora ad oggi politica e Rai.... quanto basta per non annoiarsi....
E Masi si "prende" Rai Corporation
Eccoli lì, tutti pronti ad accapigliarsi per un posto al sole. Di questi periodi, però, ci sono soltanto sòle. Perché il direttore generale della Rai, il numero uno dei "mazziniani", ha pensato bene di varare i palinsesti solo sino a febbraio. I maligni sostengono che Mauro Masi lo abbia fatto per poterci  mettere le mani nel momento in cui si saprà se si va al voto o meno. Possibile. Ma appare più verosimile la versione fornita dal dg della Rai: visto che scadono i contratti delle star, prima definiamo la squadra e poi variamo le formazioni... Tradotto dal  mazzzinano (i vertici della Rai hanno gli uffici a viale Mazzini, ecco perché li chiameremo mazziniani) significa rimettere in discussione i ricchi compensi di Fabio Fazio e Giovanni Floris, MIlena Gabanelli e Serena Dandini. Oggi, è questo post vuol essere il nostro esordio, c'è la riunione settimanale del consiglio di  amministrazione. Al momento il cda ha deciso i nuovi vertici per Rai Corporation. Presidente il direttore generale Mauro Masi e consiglieri i vicedirettori generali Gianfranco Comanducci e Antonio Marano. L'internalizzazione di Rai Corporation era prevista nel piano industriale insieme a quelle di Rai Trade e Rai Net, già approvate dal Cda. All'ordine del giorno del Cda anche il piano biennale per la fiction che è stato illustrato, ma verrà dibattutto nel prossimo consiglio, giovedì 20, e messo in votazione il 27 gennaio. Il Cda ha discusso anche sul contratto di servizio, tornato sul tavolo del Consiglio dopo le sollecitazioni per la firma che sarebbero arrivate da Agcom, Governo e commissione di Vigilanza. Il via libera al firma del testo potrebbe arrivare nella prossima riunione, come sollecitato oggi dal consigliere di maggioranza Antonio Verro. Tecnicament si tratta di pura ruotine, ma anche le cose ordinarie a viale Mazzini diventanto  straordinarie.....

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog