Cerca

Lucio Presta vuole "sfilare" a Miss Italia, ma la Rai dice no

Il cda blocca i palinsesti estivi

Enrico Paoli

Enrico Paoli

Toscano di nascita, ma romano di adozione (e vocazione) ha iniziato a "imbrattare" pagine al Tirreno di Livorno, scrivendo di sport e spettacoli, passando poi alla Nazione di Firenze. Prima di approdare al Giornale, (edizione toscana) si è divertito lavorando in radio (una passione che non accenna a diminuire nonostante gli anni). A Libero sono arrivato quasi dieci anni fa, per "colpa" di Feltri, transitando per la cronaca di Roma, che ho guidato sino al 2007. Da allora ad oggi politica e Rai.... quanto basta per non annoiarsi....
Lucio Presta vuole "sfilare" a Miss Italia, ma la Rai dice no

Altro che pura formalità. Ormai l'approvazione dei palinsesti estivi della Rai da parte del cda è diventato un rompicapo per gli amministratori di viale Mazzini. Anzi un vero e proprio cubo di Rubik, senza le istruzioni per l'uso però. Per la terza volta, infatti, la votazione è stata rinviata. Ufficialmente per «ulteriori approfondimenti», in realtà per un vero e proprio scontro su Miss Italia, che dovrebbe traslocare da Salsomaggiore a Roma, con lo sbarco di Lucio Presta, l'agente delle stelle poco amato dal direttore generale della Rai Mauro Masi, a capo della nuova edizione.

Presta, fautore “fantasma” del successo di ben quattro edizioni del Festival (fu proprio lui, con Paolo Bonolis e Gianmarco Mazzi, a rilanciare Sanremo dopo il fiasco dell'edizione 2004), sarebbe stato indicato da Patrizia Mirigliani, con il benestare della Rai, per ridare smalto a Miss Italia.

La trattativa tra le parti sarebbe già a buon punto, tanto che Presta dovrebbe già figurare come consulente della Miren International. Tra gli autori della nuova edizione potrebbero arrivare Simona Ercolani e Federico Moccia, rispettivamente capoprogetto e autore di Sanremo 2011, mentre il conduttore dovrebbe esser scelto tra gli assistiti della scuderia guidata da Presta. E sarebbe stato proprio questo bel “quadretto” d'insieme a far saltare i nervi al consiglio di amministrazione della Rai, sempre meno disponibile ad aprire le proprie porte a Presta.

Intanto Masi nella seduta avrebbe confermato ai membri del consiglio che sta lavorando al rinnovo dei contratti dei programmi di Rai Tre, Ballarò, Che tempo che Fa e Report. Il presidente della Rai, Paolo Garimberti, aveva preannunciato che il tema dei contratti in scadenza sarebbe stato tra gli argomenti della riunione odierna del consiglio di amministrazione di oggi invitando il direttore generale a fornire «chiarimenti puntuali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vitali vanna

    21 Aprile 2011 - 13:01

    Non capisco e non capirò mai perchè certa gente,Paola Perego,Antonella Clerici...debbano pretendere milionate,solo xchè imposte dall'agente Lucio Presta,dalla TV di stato, pagati da noi per programmi che non dicono niente, anzi fanno molto molto arrabbiare. Ma chi sono costoro?vitali vanna

    Report

    Rispondi

  • parigiocara

    17 Aprile 2011 - 17:05

    ecco chi è che porta avanti paola perego !!!!! non riuscivo a capire il motivo della sua presenza e permanenza in rai

    Report

    Rispondi