Cerca

Sgarbi batte Lei, e adesso tocca a lui

vittorio contro roberto

Enrico Paoli

Enrico Paoli

Toscano di nascita, ma romano di adozione (e vocazione) ha iniziato a "imbrattare" pagine al Tirreno di Livorno, scrivendo di sport e spettacoli, passando poi alla Nazione di Firenze. Prima di approdare al Giornale, (edizione toscana) si è divertito lavorando in radio (una passione che non accenna a diminuire nonostante gli anni). A Libero sono arrivato quasi dieci anni fa, per "colpa" di Feltri, transitando per la cronaca di Roma, che ho guidato sino al 2007. Da allora ad oggi politica e Rai.... quanto basta per non annoiarsi....
Sgarbi batte Lei, e adesso tocca a lui

Bisogna essere riconoscenti ai poeti. Leggi quei versi di Eugenio Montale (tratti da “Ossi di seppia” ndr) e senti di dovergli qualcosa». Già, la riconoscenza. Più che “il Padre” - con la p maiuscola, certo, tanto che qualcuno  sospetta che sia un modo per parlare comunque di Dio - l’argomento della puntata d’esordio del Vittorio Sgarbi show, dal titolo provvisorio e posticcio “Ci tocca anche Vittorio Sgarbi, Or vi sbigottirà”, potrebbe essere davvero la riconoscenza. «Parlerò dei miei padri televisivi», dice il critico d’arte, «e di quelli letterari. Federico Zeri e Francesco Cossiga i primi, Leo Longanesi, Guido Ceronetti, Pier Paolo Pasolini e Petrini i secondi». Niente Dio allora? «Padri, solo Padri» dice Sgarbi nel bel mezzo delle prove della vigilia, riuscendo a fare almeno tre cose contemporaneamente.

Perché Sgarbi è così, prendere o lasciare. E siccome la Rai, dopo lo stop dettato dal direttore generale Lorenza Lei ed eseguito dal timoniere della rete ammiraglia della tv pubblica, Mauro Mazza, non poteva lasciare (sarebbe costato tre milioni di euro) ha deciso di prendere con tutti i rischi del caso. Il programma, infatti, andrà rigorosamente in diretta su Raiuno, a partire dalle 21 e 10 di questa sera, dagli studi De Paolis di Roma. Accanto al conduttore, critico d’arte, e sindaco - che cercherà di battere, almeno in durata, i monologhi di Roberto Saviano - ci sarà la sua squadra che si occuperà di allargare l’orizzonte del programma. «A Carlo Vulpio, partendo dal paesaggio e dal territorio, a partire dall’eolico», spiega Sgarbi, «ho affidato il compito di rispondere alla macchina del fango che ha deciso di  mettersi in moto proprio alla vigilia del programma. Carlo parlerà di mafia per rispondere alla mafia». Chissà se lo spazio si chiamerà «Forza Italia, anzi, Forza mafia...», come ironizza il conduttore.

Di certo non sarà una risposta di maniera o d’ordinanza, quella del “conduttore-condottiero”. «Oggi si ritenta di nuovo, si fanno riemergere i fantasmi del passato per affermare l’opposto del vero», dice Sgarbi, che parla nelle vesti di sindaco di Salemi, «perché Pino Giammarinaro non ha mai avuto alcun ruolo attivo, né politico né amministrativo, sul Comune, altro che quello consentito dalla maggioranza di consiglieri che, in suo nome e con la sua organizzazione politica, furono eletti in consiglio comunale».

La «macchina del fango» evocata da Sgarbi ha trovato la benzina per mettersi in moto nell’inchiesta che ha portato al sequestro di beni per 35 milioni di euro riconducibili all’ex deputato Giuseppe Giammarinaro che, secondo gli investigatori, avrebbe fatto pressioni sulla Giunta di Salemi. «La democrazia è anche questo», aggiunge Sgarbi. Anche questo è Sgarbi e, anche in questo caso, è da prendere o lasciare. Oltre a Vulpio, ad occuparsi di attualità e degli ospiti in studio, ci sarà Diego Volpe Pasini.  L’orchestra sarà diretta dal Maestro Stefano Palatresi mentre la presenza in studio dell’ex numero uno della Rai, Mauro Masi, è ancora in forse.



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • abel

    20 Maggio 2011 - 12:12

    La massa è antitetica alla cultura. In apertura, caro Sgarbi, fai vedere Zeri che afferma che per aver successo in tv occorre essere pagliacci, poi ti stupisci dei bassi ascolti. I milioni di ascoltatori lasciali alla massa, che se li prendano i pagliacci. Quanti sanno chi era Longanesi, oppure che Pasolini diceva cose di destra, oppure...

    Report

    Rispondi

  • notizie35

    19 Maggio 2011 - 08:08

    Sono d'accordo con Verratti!!! E poi Barbara ,CARA BARBARA....basta non e possiamo piu' del tuo modo casareccio (falso) di condurre le trasmissioni,amore gioia tesoro, ma che sono sti nomignoli che usi con gli ospiti????? Ma su dai.....lo sappiamo tutti che in TV e nel mondo dello spettacolo vi odiate quasi tutti, credo che dovrebbero un po' farla sparire dalla tv la D'urso.....almeno per un periodo,non parliamo della Panicucci,altra conduttrice...scialba senza destare interesse,almeno a me!!! Mediaset........cambiate un po'...riproponete conduttori o conduttrici di un certo livello.....Non parliamo di Rai......La Balivo?!??! per bacco.....fa proprio piangere......non trovo il giusto aggettivo per descriverla.....PIETOSA...E FINTA anche lei.....

    Report

    Rispondi

  • notizie35

    19 Maggio 2011 - 08:08

    Dna a destra Dna a sinistra,audizioni qua audizioni...la',intanto quella povera donna e' stata uccisa freddamente senza scrupoli!!!! Ma insomma?? Possibile che un indagine in Italia debba durare tutto questo tempo?!??! Sono del parere che i tecnici che individuano o cercano di individuare gli indizi siano scarsamente incompetenti,ma dico????? non esiste in Italia un prototipo NCIS??!?! o CSI???? Per carita'...sono serie TV ma noto che prelevano di tutto di piu' arrivando alla conclusione in breve tempo!! Invece in Italia? con calma.....con molta calma...il tempo c'e' per trovare l'assasino o gli assassini....Quando non si riesce a svolgere una mansione nel migliore dei modi basta cambiare professione oppure dedicarsi all'agricoltura!!!!!!!!!!!!In effetti piu' lunghe sono le indagini piu' soldi si acciuffano?!?! VERGOGNA, Sarah, Yara, Melania.....e tantissimi altri omicidi senza colpevoli!!!!! Caso Claps???? La madre considerata una "pazza" xche' diceva la verita'..... Giudici!!!!!

    Report

    Rispondi

  • notizie35

    19 Maggio 2011 - 07:07

    Sono d'accordo con la Sig.ra Anna,Forza Sgarbi!! Mostraci....che aldila' delle critche..c'e' anche cultura ed intelligenza,in TV, finalmente alla Rai un programma di un certo calibro....Santoro,Fazio, Cloris.....solo critiche distruttive e prettamente anti-berlusconiane!!!!!! Proponete soluzioni per il Paese!!!!!! anziche' farVi assalire dall'odio dal rancore...maanche dall'invidia!!!! Mettetevi in gioco in modo pulito con argomenti attinenti alla vera politica,c'e' ancora?!?! boh....non ne sono sicura. Concludo...che la Rai,rispetto a Mediaset,mette in onda programmi a volte migliori,solo che....spesso TOPPA!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog