Cerca

Santoro conquista il Cielo di Sky e torna in Rai...

Servizio Pubblico fa il salto di qualità

Enrico Paoli

Enrico Paoli

Toscano di nascita, ma romano di adozione (e vocazione) ha iniziato a "imbrattare" pagine al Tirreno di Livorno, scrivendo di sport e spettacoli, passando poi alla Nazione di Firenze. Prima di approdare al Giornale, (edizione toscana) si è divertito lavorando in radio (una passione che non accenna a diminuire nonostante gli anni). A Libero sono arrivato quasi dieci anni fa, per "colpa" di Feltri, transitando per la cronaca di Roma, che ho guidato sino al 2007. Da allora ad oggi politica e Rai.... quanto basta per non annoiarsi....
Santoro conquista il Cielo di Sky e torna  in Rai...
E ora voglio proprio vedere cosa farà la Rai. Si mangerà le mani oppure correrà – correrà o passeggerà? - ai ripari tappando la falla del giovedì sera, mandando in onda un Giuliano Ferrara scalpitante o un Antonello Piroso, messo in saldo da La7, e voglioso di cambiare aria o farà finta di nulla? Difficile da dire, visto che l’attuale direttore di Rai Due, Pasquale D’Alessandro, è uno che sta più attento al gradimento della politica che a quello degli ascoltatori. E siccome la politica, leggasi palazzo  Chigi e dintorni, non ha ancora fatto capire come la pensa esattamente sul tema televisione, attendere è necessario, più che opportuno. E chi se ne frega degli ascolti. Certo, Lorenza Lei, direttore generale della Rai, un sasso nello stagno lo ha pure lanciato alla fine dell’anno. Concedendo al Corriere della Sera un’intervista caramellata quanto basta per non essere vera, ma concordata e trattata alla virgola, la direttora di viale Mazzini ha fatto capire che Michele Santoro è, e resta, uno dei volti forti della televisione, di quelli che la sanno fare insomma. E in Rai, in questa Rai, non c’è molto da scegliere. “E’ un grande professionista che ha liberamente deciso di lasciare l’azienda. Lo conosco e lo stimo da anni. So che ha molti progetti. Se deciderà di presentarmeli, sarà mia cura valutarli ed illustrarli al consiglio di amministrazione”. Più mano tesa di così…. Sarà per questa ragione, allora, che Sky ha deciso di mettere il turbo, concedendo al conduttore di “Servizio Pubblico” una finestra sul Cielo dell’etere televisivo visibile a tutti. Da giovedì prossimo, dopo la pausa festiva, il programma di Santoro andrà in onda anche su Cielo, ovvero su una rete – gratis - visibile sul digitale terrestre su scala nazionale. Il canale è controllato da Sky, un altro bel  segnale, e va ad aggiungersi al network di tv regionali che mandano in onda Servizio Pubblico. Sommando tutto, il totale da un risultato superiore a quello  potenziale di Rai e Mediaset. Mica una cosa da poco anche per gli investitori pubblicitari. “Con tutti i dubbi sui dati Auditel che ci riguardano, non era tuttavia mai accaduto in precedenza che un programma televisivo riuscisse a raccogliere un ascolto da televisione generalista, e in maniera non episodica, senza essere trasmesso da Rai, Mediaset o da La7”, sottolinea furbescamente Santoro, secondo il quale “questo risultato è stato reso possibile dalla straordinaria mobilitazione dei nostri 100mila sostenitori che ogni settimana continuano a crescere”. Cifre, numeri, dati che hanno convinto Sky a trasformare il fidanzamento con Santoro in un vero e proprio matrimonio che rischia di mettere in difficoltà le coppie di fatto de La7, che ha scommesso su Corrado Formigli e Serena Dandini, e della Rai, rimasta avvinghiata come l’edera a Giovanni Floris, conduttore di Ballarò su Rai Tre, a Bruno Vespa, maestro cerimoniere di Rai Uno e a Milena Gabanelli, sopportata come il fuoco Sant’Antonio con il suo mordace "Report". E Ora che Servizio Pubblico arriva su Cielo, la sfida dei talk può davvero iniziare. E il primo colpo Santoro lo farà partire dallo studio di Fabio Fazio. Sabato 7 gennaio Michele sarà ospite di che Tempo che fa, il programma di Rai Tre condotto dal conduttore senza domande della Rai. Per Santoro sarà come tirare un rigore a porta vuota… Per giunta in casa del nemico! Un genio!!!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog