Cerca

Serena sbarca su La7 e assalta i Monti

La Dandini riparte dal sabato sera

Enrico Paoli

Enrico Paoli

Toscano di nascita, ma romano di adozione (e vocazione) ha iniziato a "imbrattare" pagine al Tirreno di Livorno, scrivendo di sport e spettacoli, passando poi alla Nazione di Firenze. Prima di approdare al Giornale, (edizione toscana) si è divertito lavorando in radio (una passione che non accenna a diminuire nonostante gli anni). A Libero sono arrivato quasi dieci anni fa, per "colpa" di Feltri, transitando per la cronaca di Roma, che ho guidato sino al 2007. Da allora ad oggi politica e Rai.... quanto basta per non annoiarsi....
Serena sbarca su La7  e assalta i Monti

Prima regola i regola i conti con il passato, passato recente che non sembra affatto essere passato, sostenendo di non aver fatto causa alla Rai perché ha preferito concentrarsi «sul nuovo programma» piuttosto che impegnarsi «in una battaglia di retroguardia», come aveva anticipato al settimanale A, in edicola oggi. «Alla Rai sono stata criminalizzata», spiega Serena  Dandini , che sabato sera debutta su La7, in prima serata, con lo spettacolo The show must go off, « ci sono tanti modi per metterti in difficoltà: non rinnovare i contratti, ridurre il budget, gli slittamenti in palinsesto». Insomma, secondo la  Dandini  in Rai «non c'è più la mission di servizio pubblico».

Saldato il conto con il passato, ecco il presente. E che presente. «La verità è che non ce la facevamo più a fare battute sui tacchi rialzati, il Bunga bunga, abbiamo sfruttato lo stesso repertorio per vent'anni». Vent'anni, contrassegnati da Berlusconi, che sono serviti alla  Dandini  e alla sua banda di saltimbanchi a fare cassetta. Ma siccome la fortuna aiuta gli audaci il governo Monti gli sta regalando spunti inaspettati. «In fondo Berlusconi ci faceva ridere», ammette la  Dandini  replicando ad una provocazione di Libero, «questi (il governo Monti ndr) ci fanno piangere e noi proviamo a riderci sopra». E di roba che ci fa piangere su cui provare a ridere con la satira della banda  Dandini , a partire da Neri Marcoré che imita il premier ai finti spot della presidenza del Consiglio, ce n'è parecchia. conferenza stampa dove stamani. «I serissimi» del finto sport del governo sono un gruppetto di giovani uomini e donne in abiti grigi. «dopo vent'anni di nani e ballerine questa è l'Italia dei cervelli in fuga che a volte ritornano». «I tecnici dei tecnici, un movimento che nasce dall'alto e si fa una pippa di tutti gli altri». «Abbiamo rinunciato a stipendi miliardari per essere qui e adesso vi lamentate per due punti in più di Iva». Insomma, l'esecutivo tecnico avrà materia su cui riflettere.

A dare spessore allo show del sabato sera de La7, opposto ai fasti e lustrini di Rai e Mediaset, ci saranno Max Paiella, Federica Cifola e Paola Minaccioni, con Diego Bianchi-Zoro, Ascanio Celestini e Andrea Rivera, la comicità surreale di Lillo e Greg e la partecipazione di Neri Marcorè. Oltre (forse) Corrado Guzzanti. Sul palco le note, la musica e l'ironia di Elio e le Storie Tese e, ovviamente, le interviste della padrona di casa «su un divano diverso ogni settimana offerto dal pubblico a casa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400