Cerca

L'Inter e la maledizione dello "scudetto di cartone"

Serie negativa dei nerazzurri a Torino. L'ultimo successo nell'anno di Calciopoli

Luciano Moggi

Luciano Moggi

Luciano Moggi nasce il 10 luglio 1937 a Monticiano, in provincia di Siena. Manager e dirigente sportivo del mondo del calcio, è noto al grande pubblico per aver ricoperto dal 1994 al 2006 la carica di Direttore Generale della Juventus. Attualmente è collaboratore del quotidiano Libero
L'Inter e la maledizione dello "scudetto di cartone"
La maledizione dello scudetto di cartone, così lo chiamano gli juventini (e non solo) quello di Calciopoli che Moratti definisce “scudetto degli onesti”, si abbatte ancora sull’Inter: il ko ottenuto all’Olimpico di Torino ieri sera con gol di Matri allunga la serie negativa dei nerazzurri a Torino. Tre ko e due pareggi, ultimo successo? Proprio quello dell’anno di Calciopoli: il 20 aprile 2005, arbitro proprio il famigerato De Santis (ma non era il sodale di Moggi?) e l’Inter passa a Torino con uno 0-1 (al Delle Alpi) e rete di Cruz. Con proteste juventine, allora… Insomma: per tornare a vincere a Torino, magari, potrà bastare togliere all’Inter lo scudetto assegnato per presupposti morali che sono ora sotto esame della Procura Federale (se si sveglia) con l’indagine Calciopoli 2.

di Alvaro Moretti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • auri

    19 Febbraio 2011 - 10:10

    Egregio Grimoaudo, appare quasi commovente il Suo tentativo estremo di far comprendere agli indossatori cartonati la differenza che esiste tra il loro mondo virtuale e quello reale. Solo fatica sprecata la Sua e tutto sommato è comprensibile, per loro, continuare a sperare che questo calcio-letame confezionato ad arte continui senza intoppi fino all'eternità. Piaccia o non piaccia, come diceva a suo tempo il signor Moggi, il tempo sarà galantuomo. Piuttosto cechiamo di tenere gli occhi aperti in quanto, dopo la sentenza di Napoli prevista in primavera, non vorrei che le sciabole riposte dopo la Santa Inquisizione giuridico-mediatica-barista del 2006 iscissero di nuovo dagli armadi, luogo, si sa, dove talvolta si possono trovare pure gli scheletri. Saluti.

    Report

    Rispondi

  • grimoaldo

    16 Febbraio 2011 - 12:12

    Ci riprovo, la risposta precedente non è passata... Caro Max74, ancora aria fritta. Perché mai dovrei interpretare i toni con spirito critico quando dall'altra parte ci sono prove vere e proprie? Questa la devo ancora capire... Non ha risposto ad alcuna delle mie domande, lo faccia La prego, anche perché ho la certezza che Lei non abbia letto neanche una riga delle sentenze emesse, e di tutte le carte processuali. La sentenza che mandò la Juve in B asserisce testualmente che non esistevano partite truccate, non esistevano arbitri corrotti, non esistevano sorteggi farlocchi e che nessun illecito era stato commesso (fu infatti inventato l'obbrobrio giuridico dell'illecito strutturato, definito tale da Biagi, DeBiase, ecc.). Si giustiziò la Juve per la esclusività dei rapporti coi designatori e per il "sentimento popolare". L'esclusività poi l'abbiamo visto non c'era... Mi creda, lasci perdere lo spirito critico e vada al sodo, vedrà che si troverà d'accordo con me.

    Report

    Rispondi

  • max74

    15 Febbraio 2011 - 14:02

    gentile Sig. Grimoaldo, senza volerLa guidicare, non ho nessun diritto per farlo nè tantomeno i mezzi, Le dico solo che io credo che le intercettazioni sono abbastanza chiare per capire quale siala differenza tra il tenore delle intercettazioni delle squadre condannate e quelle "uscite" successivamente e scovate dalla difesa del Sig. Moggi...se non si ha il senso critico di cogliere queste evidenti differenze credo sia inutile parlare di qualunque altra questione..è un pò come chi difende il nostro premier a tutti i costi senza tenere conto dei pesantissimi e schiaccianti indizi di colpevolezza..poi qualcuno dovrebbe sempre farmi capire che beneficio ha tratto l'Inter dal telefonare, il posto assicurato in champions per la stagione successiva? Ha ragione...noi interisti parliamo di aria fritta..molto meglio rimanere legati ai fatti di Luciano Moggi..

    Report

    Rispondi

  • grimoaldo

    15 Febbraio 2011 - 13:01

    Caro Max74, quante belle parole, peccato che siano aria fritta. Mi piacerebbe affrontarla a colpi di retorica e dialettica, ma sono un uomo pragmatico, voglio i fatti non le chiacchiere. I fatti sono che la Juve ha subito tutto ciò che ben conosce senza alcuna prova, è tutto lì nei verbali e nelle sentenze, faccia uno sforzo per approfondire. In quei documenti troverà anche tutto ciò che facevano inter e milan, con la differenza che questa parte delle indagini venne insabbiata. Ora il calcio è pulito? Cinque campionati un vincitore... contro tre squadre differenti che si alternarono alla Juve in quegli anni. Prendersi uno scudetto dato da Guido Rossi la soddisfa? Facchetti in rapporti intimi con arbitri e guardialinee le sta bene? Recoba e Oriali condannati per falsificazione di passaporto la onora? I bilanci truccati con le plusvalenze fittizie e le vendite farlocche del brand le stanno bene? Ora capisco quale è il calcio che piace a voi. Il calcio adatto all'Inter...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti