Cerca

Signore e signori, l'attore è servito

Le imprese di Porto

Luciano Moggi

Luciano Moggi

Luciano Moggi nasce il 10 luglio 1937 a Monticiano, in provincia di Siena. Manager e dirigente sportivo del mondo del calcio, è noto al grande pubblico per aver ricoperto dal 1994 al 2006 la carica di Direttore Generale della Juventus. Attualmente è collaboratore del quotidiano Libero
Signore e signori, l'attore è servito
Porto incassa circa 4 euro l’ora per trascrivere le telefonate. Più si allunga il brodo più gli si allungherà il conto in banca. Narducci lo contesta. A teatro direbbero, lo protesta. “Lei ha confuso l’utenza di Meani con quella di Danilo”. “Ho solo fatto quello che potevo, che qualunque perito avrebbe potuto”. “Lei ha lavorato su dati forniti dalla difesa”. “Ho lavorato sui dati forniti anche da lei”. Sembra una lite. Ad alcuni in aula invece sembra il wrestling. Quando se le danno per finta. Teatro, appunto. Insomma. Comunque stiano le cose, neanche oggi si chiuderà la fase istruttoria. La perizia di Porto così com’è è inutilizzabile, va completata, riscritta. Fuori l’aula chiacchierano Porto e Penta. Porto alla ripresa dei lavori chiederà ulteriore proroga di 48 giorni. Ne otterrà 45. Moggi all’uscita dirà, non c’è malafede.
Vero. C’è solo la crisi. In aula Narducci fa i nomi di quelli che ha interrogato o acquisito da Aprile 2010. Nucini, Facchetti, Corbelli, Zamparini.
Le difese non si oppongono. Verranno tutti martedì prossimo, soli o accompagnati dai carabinieri. Gallinelli fuori mi scrocca l’ennesima siga ed in cambio mi fa vedere un ritaglio. E’ l’intervista a Gianfi Facchetti di Vanity Fair. Gianfy aveva dubitato per un attimo del padre ma “non era lui”, non era in sé. Poi è ritornato in se stesso e ha deciso di scrivere un libro sulla vicenda. Scusami babbo, perdona me ma non loro. “Gli faccio un mazzo così martedì”. L’intervista è a firma Nucini. Parente ? “Non so, però indagheremo”.
Vabbè, Facchetti, Nucini. E’ una grande famiglia. Nucini pare che martedì entri coi carabinieri e ne esca pure. Coi carabinieri. Come si siede chiederanno l’
incriminazione per falsa testimonianza dopo quello che ha detto alla Boccassini. Previsioni ? Corbelli sarà solo folklore. Ho chiesto a chi lo conosce e lo ha visto all’opera, ma perché questo che ha avuto problemi con la giustizia sta sempre a disposizione per qualsiasi cosa la Procura gli chieda ?
La gente fa il segno che è fatto così. Si tocca le tempie, capito, forse Corbelli ha problemi di mal di testa. Zamparini ? “Ci penso io”. Zamparini è un imprenditore. Ha coraggio ed intelligenza. A teatro ci va ma non se è in un aula. Il gioco delle parti lo gioca ma non gioca con la vita degli altri. Le dichiarazioni alla radio, Moggi mi fece avere Rizzoli quell’anno in B, dovrebbe smentirle anche in aula. Fatto così. Investe sui sogni. Conosce la differenza tra sogno e realtà. Chi resta di scena ? Nucini s’è detto, andrà dentro. Dentro il processo e poi altro, vedremo. D’altronde è da tanto che cerca di entrare in qualcosa. Sarà accontentato. C’è Facchetti l’attore. Chissà cosa farà per l’
occasione. Su Vanity Fair in copertina c’è scritto: “Meglio non sapere”. Magari ci commuove sul tema. Siamo tutti contenti. Finalmente tra commedie e commedianti, postulanti e dilettanti, finalmente è arrivato in questo teatrino un professionista. Finalmente tra tanti innocenti qualcuno che rubi qualcosa.
La scena.

di Vincenzo Ricchiuti (da www.uccellinodidelpiero.com)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog