Cerca

Toh, alla Camera rispunta la Pivetti e fa la guida per i giapponesi

Sfizi del giovedì in Parlamento. Summit preoccupato fra Casini, Bersani e Franceschini: questi restano fino al 2013

Franco Bechis

Franco Bechis

Torinese classe 1962. E' stato direttore del Tempo, Italia Oggi e Milano Finanza. Attualmente è Vicedirettore di Libero
Toh, alla Camera rispunta la Pivetti e fa la guida per i giapponesi
Irene Pivetti è riapparsa ieri alla Camera dei deputati dopo tanto tempo. Capello cortissimo e quasi bianco, l'ex presidente dell'assemblea di Montecitorio ha attraversato verso l'ora di pranzo il Transatlantico con passo quasi militare elegantissima come ai vecchi tempi e infagottata in un loden blu. Al suo seguito a passetti veloci una delegazione di giapponesi a cui stava facendo da Cicerone nel palazzo...
***
Da quando c'è la speranza di fare cadere con un voto a tradimento Silvio Berlusconi, le sedute della Camera si sono riempite di big che solitamente le bigiavano, tutti schierati perfino se l'aula ha all'ordine del giorno la ratifica del trattato internazionale sulle pannocchie blu del Guatemala. In una pausa di questi stressanti lavori ieri si sono trovati alla buvette Pierferdinando Casini e Pierluigi Bersani. Pochi istanti dopo si è unito al gruppo anche Dario Franceschini, un po' scorato per le notizie arrivate dal vertice Ue. "Questi qui", ha sospirato Dario allargando le braccia, "rischiano di arrivare al 2013...".
***
Sta montando la protesta a Montecitorio per una delle poche decisioni che la casta ha preso per tagliare le proprie spese pazze: la disdetta del contratto di affitto per un immobile della Milano 90 di Sergio Scarpellini. Ufficialmente si protesta perchè Scarpellini ha intenzione di mettere per strada i circa 350 dipendenti della sua società che lavoravano nel palazzo affittato. Ma ad essere infuriati sono soprattutto i 120 deputati che lì avevano un ufficio e dal primo gennaio non l'avranno più. Si sono rivolti al presidente della Camera, Gianfranco Fini. Ma lui fa orecchie da mercante. Per suo conto i rapporti con Scarpellini erano tenuti dal compianto Ugo Martinat, che non c'è più. Da quel momento passarono ad Altero Matteoli, che poi lasciò Fini. Così ora il presidente della Camera non vuole sapere più nulla di quei palazzi e di quegli uffici...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Adrianavarela

    27 Ottobre 2011 - 20:08

    Forse vuole tornare a fare politica, la Pivetti. Mi sembra che già l'hanno fatta assessore di due comuni, perfino a Reggio Calabria che per una ex leghista deve essere un bel punto di arrivo... Ps. Ma Irene ha ancora ufficio e alloggio a Montecitorio come si era scritto, da ex presidente della Camera?

    Report

    Rispondi

blog