Cerca

La turbolenza dei mercati è come il formaggio per il topo Carlo

Più di un miliardo mosso dalla Romed di De Benedetti. Investiti in Bund invece i 564,2 milioni Mondadori

Franco Bechis

Franco Bechis

Torinese classe 1962. E' stato direttore del Tempo, Italia Oggi e Milano Finanza. Attualmente è Vicedirettore di Libero
La turbolenza dei mercati è come il formaggio per il topo Carlo
Carlo De Benedetti si è tuffato nelle turbolenze dei mercati finanziari come un topo nel formaggio, e sembra abbia fatto grandi affari. Con la sua Romed ha mosso quasi un miliardo di euro puntando su operazioni a premio e scommettendo sulle valute. Le cifre precise non ci sono ancora, ma dovrebbero essere superiori a quelle del 2010 quando gli impegni assunti dalla Romed ammontarono a 1 miliardo e 209 milioni di euro. Di questi 770 milioni erano "impegni netti per valute da consegnare su premi". Sono invece restati a riposo, investiti in gran parte in Bund tedeschi i 564,2 milioni di euro che la Cir ha ricevuto il 26 luglio scorso dalla Fininvest di Silvio e Marina Berlusconi per ottemperare alla sentenza di secondo grado sul lodo Mondadori. La somma resterà congelata e sicura fino alla sentenza della Cassazione

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Adrianavarela

    30 Ottobre 2011 - 11:11

    Se va in porto come sembra l'accordo fiscale con la Svizzera, i guadagni dell'ingegnere però verranno tassati tutti in Italia. Se lui guadagna, ora guadagneremo un po' anche noi

    Report

    Rispondi