Cerca

L'Italia è alla pecorina, Giulio invece è a Pecorara

Dal tartufo alla zucca, il ministro dell'Economia non si perde una sagra nel piacentino. Ma giura fedeltà ai suoi due leader

Franco Bechis

Franco Bechis

Torinese classe 1962. E' stato direttore del Tempo, Italia Oggi e Milano Finanza. Attualmente è Vicedirettore di Libero
L'Italia è alla pecorina, Giulio invece è a Pecorara
Chi era lì giura di avere sentito la sera di lunedì 31 ottobre proprio dalle sue labbra la profezia: "Domani cascheranno le borse". E ancora una volta Giulio Tremonti sembra averci azzeccato. Assaporando un cucchiaio di minestra di zucca a tavola con Umberto Bossi, Renato Farina, Massimo Polledri, Andrea Gibelli e Roberto Cota, il ministro dell'Economia ha vaticinato nella notte di Halloween la bufera finanziaria del giorno dei santi. Perdonatemi il gioco di parole, però mentre l'Italia si trovava alla pecorina esposta alla speculazione, il custode della sua virtù si trovava a Pecorara, nel piacentino, per la sagra della zucca. Il paese, nella valle del Tidoncello, è un piccolo centro agricolo e forestale di soli 847 abitanti. Ma su Tremonti deve avere un effetto calamita: da cinque anniva lì con Bossi e il cerchio magico a gustarsi minestra o tortelli di zucca, specialità locale. Ma anche quando la Lega sembra non sorridergli troppo, Tremonti solitario fa una scappata a Pecorara per una passeggiata nei boschi, accompagnato da amici cercatori di tartufi o di funghi. Anche a metà ottobre il ministro dell'Economia, lasciate giacca e cravatta, si è fatto vedere in piazza a Pecorara per la sagra del tartufo. Lunedì a tarda sera Tremonti si è lasciato anche andare con l'allegra compagnia (non manca mai Cota che è ovunque fuorchè a Torino), a cui ha spiegato- come ripete da mesi, che secondo lui "bisognava andare a votare già ieri", ma che le decisioni non spettano al ministro dell'Economia, che non metterà mai in discussione quelle dei "suoi due leader : Bossi e Silvio Berlusconi". Già che c'era il gruppetto ha discusso del prossimo sindacio di Piacenza: "dovrà essere leghista", ha annunciato l'Umberto, "me lo ha promesso Silvio..."

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Frankmanidiforbice

    02 Novembre 2011 - 20:08

    Bella battuta! Ne aggiungo una: Tremonti è sempre quello che prevede, ma non provvede

    Report

    Rispondi

blog