Cerca

Sorpresa, è stato Draghi a lasciare affondare Berlusconi

La Bce non ha acquistato titoli italiani proprio nei giorni clu della crisi di Silvio

Franco Bechis

Franco Bechis

Torinese classe 1962. E' stato direttore del Tempo, Italia Oggi e Milano Finanza. Attualmente è Vicedirettore di Libero
Sorpresa, è stato Draghi a lasciare affondare Berlusconi
Sorpresa: ad affondare il governo di Silvio Berlusconi è stata anche la Bce di Mario Draghi. Proprio al culmine delle tensioni sui titoli di Stato italiani quando il Cavaliere era indeciso se dimettersi o meno la Banca centrale europea non è intervenuta a difesa dei Btp. Lo si intuisce dal consueto rapporto settimanale Bce sulla "situazione contabile dell'eurosistema" diffuso ogni martedì. Quello del 15 novembre segnala che nella settimana chiusa l'11 novembre l'acquisto di titoli di Stato di paesi europei in difficoltà è ammontato a 3,8 miliardi di euro. E' una delle cifre settimanali più basse impegnate dalla Bce dall'inizio dell'agosto scorso, quando scoppiarono le tensioni sul debito pubblico italiano e spagnolo. La settimana precedente, che si era chiusa al 4 novembre, aveva fatto registrare riacquisti Bce per 9,5 miliardi di euro, cifra quasi tripla della settimana più drammatica per il governo uscente. Quei 3,8 miliardi per altro sono stati impegnati in gran parte con interventi Bce nelle giornate del 10 e dell'11 novembre, dopo che Mario Monti era già stato nominato senatore a vita e ormai candidato premier. Eppure il grande attacco ai titoli di Stato italiani è avvenuto con Berlusconi ancora non dimissionario, nelle giornate del 7 e dell' 8 novembre, quando lo spread è salito ben oltre quota 500. Draghi o meno, il mancato intervento dell'eurosistema è la prova di come il resto di Europa avesse già deciso il destino di Berlusconi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • matildo68

    17 Novembre 2011 - 15:03

    Caro Presidente, l'ho votata, l'ho sostenuta e ho seguito con amarezza le vicende a cui ha costretto ad assistere noi elettori di CD. Adesso Lei dichiara che Monti ce l'ha in mano e ergo farà tutto ciò che Lei deciderà. Pertanto le prossime mosse lacrime e sangue che arriveranno possiamo imputarle a Lei? Io credo Sig. Presidente che, anatomicameente parlando, il posto in cui si trova incastrato Monti è un pò più a Sud delle sue mani. Cordialmente.

    Report

    Rispondi

  • matildo68

    17 Novembre 2011 - 15:03

    l'ho votata, l'ho sostenuta e ho seguito con amarezza le vicende a cui ha costretto ad assistere noi elettori di CD. Adesso Lei dichiara che Monti ce l'ha in mano e ergo farà tutto ciò che Lei deciderà. Pertanto le prossime mosse lacrime e sangue che arriveranno possiamo imputarle a Lei? Io credo Sig. Presidente che, anatomicameente parlando, il posto in cui si trova incastrato Monti è un pò più a Sud delle sue mani. Cordialmente.

    Report

    Rispondi

  • matildo68

    17 Novembre 2011 - 14:02

    Lei, Sig. Bechis, ha smentito categorticamente ciò che adesso afferma nel suo articolo. Ha inoltre contribuito a mettere in ridicolo gli interlocutori seduti di fronte a Lei, alla biondona regina dell'ovvio e al vetero-banchiere-faccendiere-nonsocosa Costamangna. Perchè?

    Report

    Rispondi

blog