Cerca

I difficili arresti domiciliari di capitan Schettino

Chiuso in casa con la moglie mentre spuntano misteriose donne ovunque. Ma lui ha mille risorse, e potrebbe riparare altrove

Franco Bechis

Franco Bechis

Torinese classe 1962. E' stato direttore del Tempo, Italia Oggi e Milano Finanza. Attualmente è Vicedirettore di Libero
I difficili arresti domiciliari di capitan Schettino
Forse gli arresti domiciliari non sono pena fin troppo dura per il comandante della Costa Concordia, Francesco Schettino, costretto a stare fra quattro pareti di casa insieme alla consorte mentre sulla stampa ogni giorno appaiono ritratti di misteriose donne che erano in sua galante compagnia sulla nave. Nessuno si augurerebbe domiciliari sotto questo bombardamento mediatico: prima la bionda moldava, poi la misteriosa avvocatessa bionda che avrebbe fatto sparire il pc del capitano, e ancora le chiacchiere dei passeggeri inveleniti che citano una avvenente bruna a prendere l'aperitivo con il capitano. Il povero Schettino ha però una carta di riserva: grazie all'eredità e a qualche risparmio messo da parte mentre era in navigazione, a Meta di Sorrento il capitano ha la proprietà (o comproprietà) di tre alloggi: uno da 4 vani in un vicolo, uno da 5 vani insieme alla anziana madre Maria Rosa Cafiero e ai fratelli Salvatore e Giulia, e un terzo nello stesso vicolo, proprio di fronte al primo. Se non si calmano le acque, può sempre chiedere i domiciliari in altra abitazione... (nella foto capitan Schettino fa il galante con una turista britannica nell'ultima crociera del 2011, quando ha ballato tutta la notte con gran parte delle ospiti a bordo)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Frankmanidiforbice

    24 Gennaio 2012 - 16:04

    Lasciate stare capitan Schettino, credo che pagherà già abbastanza così. Adesso è più interessante capire quali sono le vere colpe della Costa crociere...

    Report

    Rispondi

  • Martina Rovati

    23 Gennaio 2012 - 12:12

    Non mi stupisce che quella pena gliela abbia data una gip donna. L'hanno tanto criticata e invece è stata più diabolica del pm. Agli arresti con moglie e matarrello in casa è terribile!!!

    Report

    Rispondi

blog