Cerca

Sorpresa, la lettera anti-Bertone esce dalla Segreteria di Stato Vaticana

Iniziata la caccia ai responsabili. Sospettati gli uomini di Angelo Sodano

1
Sorpresa, la lettera anti-Bertone esce dalla Segreteria di Stato Vaticana
Sorpresa: le due lettere dell'attuale nunzio apostolico a Washington, S.E. mons. Carlo Maria Viganò che accusano una serie di stretti collaboratori del cardinale Tarcisio Bertone, sono uscite dalla stessa Segreteria di Stato e non dalla nunziatura americana. La prova è nel timbro di ricezione ""Pervenuta il...", che naturalmente non poteva esserci nella copia in mano al mittente. Non è stato dunque monsignor Viganò ad avere reso pubblica la sua denuncia sui peccati amministrativi trovati nel Governatorato vaticano. E non può essere stato naturalmente nemmeno il destinatario, che in un caso è il Papa stesso e nell'altro proprio il cardinale Bertone. Risultato: la divulgazione delle lettere è avvenuta certamente ad opera di dipendenti della segreteria di Stato, che però non possono essere amici di Bertone. La caccia al colpevole è iniziata, e si guarda in particolare ai dipendenti della segreteria che per più anni hanno lvaorato con il predecessore, cardinale Angelo Sodano...

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Adrianavarela

    28 Gennaio 2012 - 19:07

    Deve essere propruio un bel posticino la Curia vaticana, a leggere le cronache di questi giorni. Ogni elemento peggiora la situazione...

    Report

    Rispondi

Franco Bechis

Franco Bechis

Torinese classe 1962. E' stato direttore del Tempo, Italia Oggi e Milano Finanza. Attualmente è Vicedirettore di Libero

media