Cerca

Se non contro, per chi? Con un'eccezione...

manifestazione delle donne

Elisa Calessi

Elisa Calessi

Elisa Calessi nasce a Ferrara e studia a Bologna dove si laurea in Lettere Classiche. Voleva fare la latinista, poi la vita le ha fatto incrociare una redazione. E ha scoperto che la sua passione era il presente. Inizia alla Nuova Ferrara, poi al Resto del Carlino. Nel giugno 2000 arriva a Libero, dove è assunta e partecipa alla fondazione del quotidiano. Nel 2001 arriva a Roma dove diventa cronista parlamentare. Ha lavorato per un programma su Rai Due, ne ha condotto un altro su Red Tv. Partecipa come opinionista a vari talk show politici. Soprattutto scrive di politica.
Se non contro, per chi? Con un'eccezione...
Non è una manifestazione contro certe donne. Non è una manifestazione delle donne perbene contro quelle permale. Non è una manifestazione delle donne in carriera contro quelle che stanno a casa. Non è una manifestazioni delle giovani contro le vecchie. O delle vecchie contro le giovani. Non è una manifestazione delle mamme contro le figlie. O delle figlie contro le mamme. Non è una manifestazione contro le prostitute (anzi, venite numerose).  Non è una manifestazione contro gli uomini. Non è una manifestazione contro gli amanti. Non è una manifestazione contro i mariti. Non è una manifestazione contro i gay (non si sa mai). Non è una manifestazione contro le giovani (o i giovani) che liberamente vogliono usare il corpo per ottenere successo. Non è una manifestazione contro le giovani (o i giovani) che non vogliono usare il loro corpo per ottenere successo. Non è una manifestazione contro Ruby. E nemmeno contro Iris, Sara. Non è una manifestazione contro Nicole Minetti. Non è la manifestazione di un partito contro un altro partito. Non è una manifestazione dei virtuosi contro i peccatori. Non è una manifestazione dove si sbandierano simboli. Non è una manifestazione per dire che era meglio prima. Non è una manifestazione per dire che è meglio adesso. Non è una manifestazione contro la sinistra. E nemmeno contro la destra. Non è una manifestazione contro quelli che non vanno alla manifestazione. Non è una manifestazione contro i giudici di Milano. Non è una manifestazione contro Berl... Ops. No, questo no.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • TOSCANOROSSO

    15 Febbraio 2011 - 17:05

    Le président du Conseil italien est soupçonné d'avoir eu des relations sexuelles tarifées avec une mineure et d'avoir tenté d'étouffer l'affaire.

    Report

    Rispondi

  • TOSCANOROSSO

    15 Febbraio 2011 - 16:04

    Brava davvero questa ragazza, direi un Antonio Tabucchi in gonnella! Che stile strutturato, che geometrie colte... la proporremo per un premio come la giornalista dell'anno!

    Report

    Rispondi

  • curcal

    15 Febbraio 2011 - 14:02

    Ma quale dignità? Ma vi siete guardati in giro di quanta libertà oggi gode una don na ? Badiamo bene non ho nulla da obiettare, anzi ne riconosco il diritto. Dignità morale? Sono liberissime di vestirsi (o svestirsi) come reputano più opportuno in strada, sulle spiagge (quasi nude),in televisione ,riviste.ecc. . Hanno reclamato con manifestazioni varie e ottenuto di gestire la propria vita sessuale come meglio credono, e ora manifestano per la dignità morale. Guarda caso.

    Report

    Rispondi

  • tony buatta

    15 Febbraio 2011 - 10:10

    forse invece di far la conta conveniva che andassero a Lampedusa a soccorrere tutti quegli sbandati in cerca di un sito dove posare il capo? Penosa manifestazione dove la donna è mercificata, non basta questo anche merce esposta al miglior compratore, poveri noi!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog