Cerca

Vocazioni nascoste e altro

libia

Elisa Calessi

Elisa Calessi

Elisa Calessi nasce a Ferrara e studia a Bologna dove si laurea in Lettere Classiche. Voleva fare la latinista, poi la vita le ha fatto incrociare una redazione. E ha scoperto che la sua passione era il presente. Inizia alla Nuova Ferrara, poi al Resto del Carlino. Nel giugno 2000 arriva a Libero, dove è assunta e partecipa alla fondazione del quotidiano. Nel 2001 arriva a Roma dove diventa cronista parlamentare. Ha lavorato per un programma su Rai Due, ne ha condotto un altro su Red Tv. Partecipa come opinionista a vari talk show politici. Soprattutto scrive di politica.
Vocazioni nascoste e altro

Cattiverie da Montecitorio in stato di guerra (si fa per dire: finito il voto, tutti  i deputati se ne sono fuggiti a casa):

1) A proposito dei cattolici del Partito democratico che sono rimasti a casa (Gero Grassi, Alessandra Siragusa e Tommaso Ginoble) o si sono astenuti sulla risoluzione che dà via libera alla missione militare in Libia (come Enrico Gasbarra): <I cattolici in dissenso? Parigi val bene una messa>. <La Libia ci ha fatto scoprire vocazioni nascoste, anzi nascostissime>. <Colpiti sulla via di Damasco, anzi di Tripoli>.  <Abbiamo tra noi i cattolici in sonno>.

 2) A proposito della nomina di Saverio Romano a ministro dell’Agricoltura: <Romano è salito al Colle. Ma era il Romano sbagliato>. (Quello giusto fa Romano di nome. Non di cognome).

3) A proposito di Panariello che ha detto di volere Renzi al posto del rottamato Bersani: <La nostra campagna pubblicitaria ha fatto effetto. Siamo oltre. Bersani>.



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog