Cerca

Salvate il soldato Maran

L'assessore avvolto nella nebbia e un sms di troppo

Mottola e Costa

Mottola e Costa

Lorenzo Mottola e Massimo Costa sono due giornalisti appena usciti da una convivenza lavorativa di cinque anni con un'elegante signora che ha avuto il grande merito di portare l'Expo a Milano e la pessima idea di tassare le auto dirette in centro (immortale il titolo "Scusa Letizia, ma sei scema?"). Oggi fanno parte, insieme ad un altro milione di persone, del magico mondo arancione creato dal nuovo sindaco. Proveranno a raccontarlo ogni giorno, tra un bicchiere e l'altro.
Salvate il soldato Maran

La giunta Pisapia vara il primo venerdì a piedi della storia della Repubblica. Fino a sabato auto ferme e scuole chiuse per decreto per abbattere lo smog. Ora, facciamo finta di non sapere che sia scientificamente provato che questo tipo di provvedimento non serva assolutamente a nulla. Tralasciamo anche il fatto che i commercianti siano pronti a darsi fuoco davanti a Palazzo Marino come dei monaci tibetani pur di evitare lo stop e veder cancellati i loro già decurtati incassi natalizi. Facciamo addirittura finta di ignorare che questa trovata risponda solo a logiche politiche, perché all’avvocato Giuliano tocca allungare un obolo a tutti i comitati senza senso che lo hanno appoggiato in campagna elettorale. Dimentichiamo tutto, ma non il vero caso umano di Palazzo Marino.

Lui si chiama Pier Maran, è il giovanissimo responsabile della mobilità della mobilità a Milano. E’ l’assessore più schiaffeggiato della storia di Palazzo Marino. E’ quello che aveva annunciato che per abbassare la temperatura in metropolitana d’estate bisognava abbassare i finestrini. Quello che era uscito tra le risate di tutti i sindaci lombardi riuniti in conclave quando aveva annunciato la sua decisione di far chiudere le porte dei negozi del centro come determinante misura anti smog. Quello che ha varato e rimangiato la chiusura del centro perché si è accorto all’ultimo che rischiava di far impazzire la rete Atm. In pratica, un dilettante. A pensarci bene, esiste un lato positivo in questa tragicommedia politica: a quanto pare, perfino Giuliano Pisapia si è accorto dell’ineluttabile certezza che Maran sia quantomeno di un incompetente. E ha trasmesso il suo pensiero in pubblico quando domenica, attraverso un sms inviato a tutti i suoi assessori, ha chiesto urbi et orbi se “qualcuno aveva idee per risolvere il problema dell’inquinamento”. Un po’ come se Massimiliano Allegri si presentasse negli spogliatoi all’intervallo del derby strillando: “Qualcuno ha qualche idea su come battere le punizioni? Sto Robinho qui mi sembra un catorcio”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog