Cerca

Sobrie evasioni

L'incredibile audizione di Befera

0
Sobrie evasioni
Attilio Befera, il capo dell'Agenzia delle Entrate del cui stipendio si è recentemente parlato, ha detto che l'aria è cambiata e c'è più "sobrietà fiscale". Questa agenzia sembrava uno scherzo. A un successivo controllo, ecco come sono andate le cose. Befera risponde alla domanda (oddio, domanda) di un onorevole se l'aria sia o meno cambiata dal punto di vista del comportamento fiscale degli italiani nell'era Monti. Lo sbobinato dall'audizione alla commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria, con minimi aggiustamenti dal parlato, è il seguente. Ed è vagamente surreale.
"Noi facciamo lo stesso lavoro da tre anni (...), e continueremo a farlo. C'è un problema, e cioè che l'evasione è problema culturale, non solo di voglia di fare i furbi, che mi sembra si sta (sic, ndr) un po' modificando. Noi non abbiamo voluto la spettacolarizzazione, che c'è stata ( qui il famoso comunicato ironico su Cortina, ndr), ma gli italiani l'hanno valutata per quello che era. (...) Vogliamo rendere l'Italia simile ad altri paesi, stiamo tentando di farlo ed è cambiato qualcosa. Anche il concetto di sobrietà, che non esisteva nel nostro paese, dal punto di vista strettamente fiscale, è un concetto molto molto importante".
La registrazione completa è disponibile qui, dal minuto 58 circa.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Martino Cervo

Martino Cervo

Martino Cervo, 30 anni, è caporedattore centrale di Libero dove lavora da quando lavora. Qui si occupa di racconti ameni e no, come diceva Guareschi, cui indegnamente si ispira. Co-autore di un libercolo su Obama, è su Twitter. Ma non sporca.

media