Cerca

Bossi scatenato contro Tosi: «È un fascista che spacca la Lega»

la lotta di Verona

Matteo Pandini

Matteo Pandini

Nato a Lecco ma cresciuto a Bergamo, ho lavorato anche per il Giorno, E Polis e altri quotidiani e agenzie varie. Vivo tra Milano e le Orobie. A Libero mi occupo prevalentemente di politica, in particolare di Lega Nord e argomenti simili. Mi vanto di lavorare con Alessandro Giorgiutti e con il grafico Ciro Iafelice. Sono interista-integralista. Stimo moltissimo anche i colleghi del sito Claudio Brigliadori e Andrea Tempestini, sotto la cui dettatura sto scrivendo il mio curriculum per la quinta volta (prima non gli andava bene perché non li avevo citati). Ora posso riavere la mia merendina?
Bossi scatenato contro Tosi: «È un fascista che spacca la Lega»
Chi ci ha parlato negli ultimi giorni descrive un Umberto Bossi furioso. Con Roberto Maroni, certo. Ma anche col sindaco di Verona Flavio Tosi, accusato dal Senatur di «essere un fascista», uno che «non dovrà fare la sua lista per nessun motivo», un dirigente che «punta a dividere la Liga Veneta» soffiandola al leader Giampaolo Gobbo, sindaco di Treviso ed esponente del cerchio magico. Proprio Gobbo, pochi giorni fa, ha detto che il collega veronese «è un eretico» più che un padano. Bossi resta quindi convinto che il primo cittadino scaligero, alle Amministrative di primavera, debba presentarsi solo col simbolo della Lega Nord più eventuali formazioni civiche.
Niente lista Tosi, insomma, e non consolerà granché la solidarietà che arriva da Bari, per bocca del sindaco in quota Pd Michele Emiliano. Che ha detto: «È una cosa ridicola quella che i leghisti stanno facendo a Tosi» perché – è il succo del suo ragionamento – è normale che gli amministratori presentino una squadra con persone di fiducia e da affiancare ai partiti tradizionali. Solo così, infatti, è possibile rastrellare consensi a 360 gradi, tant'è vero che un sondaggio riservato attribuisce alla formazione Tosi un potenziale 24%.
Fatto sta che Bossi non si fida, anche se gli uomini di Flavio cercheranno di fargli cambiare idea. C'è tempo fino a metà marzo. Bossi resta arrabbiatissimo anche con Maroni. È convinto, l’Umberto, che l’ex ministro dell'Interno voglia sfasciare il partito, portandolo su posizioni vicine a quelle del Pd. Anche se a Verona, sempre secondo il Senatur, Bobo sta dalla parte del «fascista Tosi». Il tutto avviene a pochi giorni dallo striscione contro Maroni appeso a Gemonio (dove vive il Senatur) e firmato dalla Lega di Brescia. Nella terra della Leonessa, il cerchio magico è rappresentato dal presidente provinciale Daniele Molgora e dall’assessore lombardo Monica Rizzi. Ed è lì che il Trota ha raccolto le circa 13mila preferenze che gli hanno spalancato le porte del Pirellone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gyxo

    25 Febbraio 2012 - 10:10

    Caro Bossi ,come ho gia' scritto alcuni mesi fa su altro giornale , per mantenere il prestigio di grande politico dovevi farti da parte e lasciare spazio a chi come Maroni e Tosi e Zaia hanno dimostrato di saperci fare per il bene della nazione.Sinceramente da qualche tempo non ti riconosco piu' e pertanto penso che i tuoi colpi di coda siano controproducienti per il tuo partito.Tosi e' un cavallo di razza e da sempre leghista. Se ,come alle precedenti elezioni che l'hanno visto trionfare, Tosi ha deciso di fare una lista civica non vedo perche' tu ingiustamente lo accusi di essere un fascista.Se fossi in te mi vergognerei,stai fasciando la tua lega.Comunque se Tosi terra' duro,certamente non sara' tradito dai veronesi che del loro sindaco vanno fieri.Se al contrario Tosi fara' come tu dici allora prevedo che a Verona e nel veneto perderai tanti ma tanti voti.Pensaci Bossi e lascia perdere le gelosie verso chi e' meritevole di grande considerazione e di rispetto.Bonjour tristesse.

    Report

    Rispondi

  • LADONNADISION

    24 Febbraio 2012 - 19:07

    ....mi ha fatto sbrodolare tutta!!!! Mi sono buttata addosso tutta la minestra. Queste cariatidi che si diverrtivano ad infamare colui, costui, oggi, orfani di cotanto sono rimasti a piedi. Bene, bene e speriamo che rimaniate anche senza scarpe........puzzoni!!!!

    Report

    Rispondi

  • LADONNADISION

    24 Febbraio 2012 - 19:07

    Con tre grammi di sale in zucca, solo qualche demente par lei potrebbe decidere di crociare il suo nome!!!!

    Report

    Rispondi

  • LADONNADISION

    24 Febbraio 2012 - 19:07

    .............bello mio!!! Gia stai in piedi per l'appunto, se poi ti metti a andare in qua e in la che ti succede? Lascia venire avanti i giovani e tu vai a pescare, che è meglio!!!!

    Report

    Rispondi

blog