Cerca

Il capolavoro è donna, farfallina o farfallona

Il calendario di Donna donna Onlus, associazione contro i disturbi dell'alimentazione.

Brunella Bolloli

Brunella Bolloli

Alessandrina, vivo a Roma dal 2002. Ho cominciato a scrivere a 15 anni su giornali della mia città e, insieme a un gruppo di compagni di liceo, mi dilettavo di mondo giovanile alla radio. Dopo l'università tra Milano e la Francia e un master in Scienze Internazionali, sono capitata a Libero che aveva un anno di vita e cercava giovani un po' pazzi che volessero diventare giornalisti veri. Era il periodo del G8 di Genova, delle Torri Gemelle, della morte di Montanelli: tantissimo lavoro, ma senza fatica perché quando c'è la passione c'è tutto. Volevo fare l'inviata di Esteri, ma a Roma ho scoperto la cronaca cittadina, poi, soprattutto, la politica. Sul blog di Liberoquotidiano.it parlo delle donne di oggi, senza filtri.
Il capolavoro è donna, farfallina o farfallona

A Roma c'è un'assocazione che si chiama "DonnaDonna Onlus" e nasce dalla dolorosa esperienza di donne che vivono o hanno vissuto il disagio della non accettazione di se stesse. Ragazze o signore di media età che hanno dovuto combattere l'anoressia e la bulimia, con tutte le conseguenze che queste malattie comportano a livello fisico e, soprattutto psicologico. Fidanzati scappati, mariti poco comprensivi, genitori che magari hanno tentato di tutto per aiutare figlie adolescenti alle prese con il male di vivere. Nadia Accetti oggi è una persona nuova, però ha sofferto per più di 10 anni di disturbi legati all'alimentazione e conflitti con il proprio corpo, rischiando addirittura la vita. Voleva buttarsi via, come il cibo. Poi è rinata e oggi aiuta le altre, con l'associazione che ha fondato e con una grandissima forza di volontà. Ogni anno riesce a mettere insieme centinaia di donne: amiche e non, mamme, steudentesse, lavoratrici, professioniste, parlamentari, per uno scatto lungo un anno, come i mesi del calendario super vip che Donna donna Onlus ha fatto anche per il 2012. Ogni mese una location diversa, in posti e città fantastiche della nostra bella Italia. Da Roma a Venezia, da Bari a Palermo, a Milano. Poche farfalline in vista, ma un po' di nudo d'autore, per carità, non fa male. E aiuta anche le altre: che si sentono farfallone sovrappeso e pensano che il mondo sia solo per le Belen. Forse. Ma la società, non il mondo dello spettacolo, non chiude la porta in faccia alle taglie over 44. E il calendario voluto da Nadia, che oggi si vuole bene, dice anche questo. Infatti, negli scatti di grandi fotografi, c'è tutto un mondo al femminile che, per una volta, si è sentito come su un palcoscenico, anzi tra le bellezze statuarie della nostra storia. Perché il "capolavoro sei tu", come diceva Giovanni Paolo II. Anche con qualche chilo in più.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog