Cerca

Nella testa di Mazzarri

Le scelte di Walter prima di Chievo-Napoli

Fabrizio Biasin

Fabrizio Biasin

Fabrizio Biasin, professione giornalista sportivo che prima era sportivo e ora, di sport, parla e basta. A Libero dal 2004, caposervizio dal 2008. La mamma gli ha fatto studiare "scienze ambientali" a Como, lui si è laureato per inerzia, poi ha cambiato strada appena in tempo. Ha 32 anni, un gatto nero e dice cose a caso. Come Ugo Tognazzi in Amici miei.
Nella testa di Mazzarri


Nella testa di Mazzarri prima di Chievo-Napoli:

<Io sono Walter Mazzarri, l'allenatore del Napoli. Io sono il tecnico che la Juve voleva per tornare grande. Io ho detto no alla Signora perché sono Mazzarri Walter e vinco tutto anche a Napoli. Io ho più attributi del mio presidente: chiedo acquisti e li ottengo. Io ho fatto restare Hamsik, Cavani e Lavezzi e se me ne andavo io se ne andavano anche loro. Io sono il re della lavagnetta. Io domenica ho battuto il Milan col bel giuoco. Io... devo inventarmi qualcosa, ché è troppo facile sconfiggere il Chievo. Io quasi quasi lascio sette titolari in panchina con la balla del turnover, così vinco e mi fanno una statua in piazza del Plebiscito. Perché io sono Walter Mazzarri, mica un Gasperini qualunque>.


'O pazzariello Mazzarri, ora, deve delle spiegazioni a tutti i signor Esposito del mondo. Buona fortuna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog